Monza, un calcio al pallone per la sicurezza sul lavoro

Un evento calcistico nel nome della sicurezza sul lavoro. A Monza domenica 28 aprile, si terrà la prima edizione della “Coppa del mondo del lavoro” promossa dai Safetyplayers,...

279 0
279 0

Un evento calcistico nel nome della sicurezza sul lavoro. A Monza domenica 28 aprile, si terrà la prima edizione della “Coppa del mondo del lavoro” promossa dai Safetyplayers, squadra nazionale creata pochi mesi fa da Matteo Mondini e alcune professionalità del settore della sicurezza sul lavoro e non.

Informazione e formazione. Cinque incidenti mortali in cinque settimane. Questo è il tragico bilancio dei morti sul lavoro in Brianza nei primi quattro mesi dell’anno, ha sottolineato il Sindaco. C’è ancora bisogno di informazione e formazione. Questa iniziativa serve a ribadire il nostro impegno rispetto alle politiche della sicurezza sul lavoro. Le istituzioni devono creare le condizioni non solo perché ci sia lavoro, ma anche perché il lavoro sia sicuro.

La sicurezza, da obbligo a valore condiviso. Un torneo che rappresenta l’esordio pubblico della Nazionale Italiana Sicurezza sul lavoro Safetyplayers, la prima al mondo in questo genere, e il primo seme lanciato a livello mediatico, per operare una vera e propria rivoluzione culturale: trasformare un tema visto come un peso, un obbligo, in un valore condiviso. Per il quale tutti siamo chiamati a fare il tifo. Per contribuire a fermare la strage silenziosa delle cosiddette «morti bianche».

In campo al «Sada». Nello storico stadio «Sada» di via Guarenti, a partire dalle ore 17, scenderanno anche la squadra del Comune di Monza, capitanata dal Sindaco e dall’Assessore allo Sport, la Nazionale dei Vigili del fuoco e la rappresentativa «Medicuore» dei Medici di Monza e Brianza. L’incasso – con libera donazione – servirà per finanziare un progetto di sensibilizzazione nelle scuole del territorio, denominato «School Safety Tour – a scuola con la Nazionale Italiana Sicurezza sul Lavoro».

Il valore educativo dello sport. L’iniziativa dei Safetyplayers, ha spiegato l’Assessore allo Sport, è in linea con l’obiettivo di questa Amministrazione: promuovere la cultura della sicurezza tra i lavoratori, siano essi dipendenti o imprenditori. Lo strumento è lo sport che ha uno straordinario valore educativo. È patrimonio di tutti gli uomini e di tutte le classi sociali ed è, quindi, una «voce» potente per «parlare» con le persone, soprattutto con i più giovani.

Ganz e Mondini, la coppia dei Safetyplayers. Sulla panchina della Nazionale Italiana Sicurezza sul lavoro siederà Maurizio Ganz, l’ex campione di Inter e Milan, mentre il calcio d’inizio sarà dato dal Presidente dei Safetyplayers Matteo Mondini. Matteo, a seguito di un gravissimo incidente sul lavoro nel 2010, è stato costretto a sopportare un calvario fatto di 34 interventi chirurgici, con la conseguenza di un impianto pacemaker cardiaco e l’amputazione di un braccio.

Un progetto di informazione per le scuole. «Questa Nazionale è un primato mondiale, perché non ne esistono altre, e vogliamo che diventi un orgoglio per tutto il Paese – dichiara Matteo Mondini, presidente della Nazionale Safetyplayers –. Siamo davvero tutti entusiasti ed emozionati, pronti a scendere in campo il 28 aprile al “Sada” per la sicurezza sul lavoro, nella Giornata dedicata a livello internazionale proprio a questo tema. Ci attende la sfida contro la Nazionale dei vigili del fuoco, la squadra dei Medici di Monza e Brianza e quella del Comune di Monza ma, soprattutto, ci attende la partita più importante da vincere, tutti insieme: quella per la sicurezza, perché si lavora per vivere non per morire, come recita il nostro slogan. Sarà quindi una occasione preziosa per lanciare questo messaggio, in un territorio poi dilaniato negli ultimi mesi dalle tragedie sul posto si lavoro: già cinque morti, da inizio anno. Con la Nazionale daremo tutto noi stessi per diffondere la cultura della sicurezza sul lavoro, partendo dalle giovani generazioni: i fondi raccolti serviranno infatti per finanziare un progetto di informazione e sensibilizzazione nelle scuole superiori della Brianza e non solo, visto che i ragazzi saranno i lavoratori di domani. La lista delle persone, dei sindaci, delle istituzioni, dei partner, delle realtà da ringraziare è lunghissima, lo faremo per tutti, uno per uno. Dobbiamo essere la squadra di tutti, di un bene condiviso. Perché questa strage silenziosa è inaccettabile. Vi aspetto numerosi al “Sada” il 28 aprile!».

Le partnership. L’evento gode del patrocinio del Ministero del Lavoro, del CONI Lombardia, del Comitato Nazionale Fairplay, della Direzione regionale Lombardia dell’INAIL, dei Comuni di Monza, Desio, Cogliate, Paderno Dugnano, Cesano Maderno. La prima edizione della Coppa del Mondo del Lavoro sarà realizzata dalla Gde Bertoni, storica azienda di Paderno Dugnano guidata da Valentina Losa che ha ideato e creato, tra le altre, la Coppa del Mondo di calcio e la Champion’s League. I giocatori della Nazionale Italiana della Sicurezza sul Lavoro Safetyplayers saranno vestiti dalla LEGEA. Partner associativi Nuova Organizzazione d’Imprese e CUN Company. Sponsor Ufficiali IS&FM e Virtus Consultant e molte altre aziende fanno da supporter per promuovere il valore della Sicurezza sul Lavoro pubblicamente.

Le morti bianche. I numeri parlano chiaro e fanno paura. Gli infortuni mortali denunciati all’Inail da gennaio a novembre 2018 sono stati 1.046 (163 dei quali in Lombardia, sette in Brianza), +9,9% (94 unità) rispetto allo stesso periodo del 2017. Di questi 163 si sono verificati in Lombardia (sette in Brianza) che ha fatto registrare un incremento del 17,27% (163 contro i 139 del 2017) dei casi di infortuni mortali, attestandosi con il Veneto al secondo posto nella graduatoria delle Regioni d’Italia più «pericolose». Le denunce di infortunio, invece, in Italia sono state 592.571, in aumento dello 0,5% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente.

Condividi
monza in diretta

Join the Conversation