“Made in Monza” la campagna d’adozione a distanza

È partita da qualche giorno sulla stampa e alla radio la nuova campagna per promuovere le adozioni a distanza di animali...


114 0
114 0

È partita da qualche giorno sulla stampa e alla radio la nuova campagna per promuovere le adozioni a distanza di animali ospitati nei rifugi ENPA in tutto il Paese.

“VORREI MA NON POSSO!” è il claim della campagna. Il messaggio vuole catturare non solo le persone che già hanno un animale e che non possono prenderne altri ma anche chi vorrebbe averlo ma che per diversi motivi non se ne potrebbe occupare.

Con la frase “Tantissimi sono i motivi per adottare un animale. Ma tanti possono anche essere i motivi per non farlo” si vuole sottolineare che è meglio non prendere un animale se non si ha modo di occuparsene. Ma un’alternativa c’è: così il comune detto “VORREI MA NON POSSO” si trasforma quindi in “VORREI MA… POSSO!” suggerendo proprio l’adozione a distanza che, come per il Progetto Famiglia a Distanza della sezione ENPA Monza e Brianza, costituisce un modo intelligente per donare amore, cure e conforto a degli animali in difficoltà.

Si tratta di una campagna multi-soggetto per la stampa con due gatti, due cani e un pony (Gigio, mascotte del rifugio ENPA di Monza) già pubblicata gratuitamente sulle pagine di diverse pubblicazioni e uno spot radiofonico.

ENPA Monza e Brianza ha motivo di essere particolarmente fiero della bellissima campagna. Sì, perché è interamente “made in Monza“: le cinque pagine stampa, i banner animati per internet, gli attestati per chi adotta un animale e lo spot radiofonico sono stati ideati (a titolo gratuito) dall’agenzia Oikos Creative Lab di Monza di cui è partner Isabella Garlati, responsabile creativo dell’ENPA di Monza e Brianza nonché vice presidente, in collaborazione con il centro nazionale di comunicazione sviluppo campagne ENPA.

Non solo, lo spot radiofonico è stato registrato dai giovanissimi studenti della Scuola delle Arti Binario 7 di Monza. ENPA ringrazia tutti i mezzi di comunicazione che ci stanno e ci vorranno supportare nella diffusione. 

Commenti