Le bellezze della Brianza vanno in onda su Rai3

Le bellezze paesaggistiche, storico-religiose e ambientali della Brianza e della Lombardia andranno in onda venerdì 2 novembre alle ore 17.00 su RAI3. La RAI ha...


874 0
874 0

Le bellezze paesaggistiche, storico-religiose e ambientali della Brianza e della Lombardia andranno in onda venerdì 2 novembre alle ore 17.00 su RAI3. La RAI ha infatti registrato un’intensa puntata dedicata al Cammino lombardo di Sant’Agostino nella trasmissione Geo & Geo, guidata dalla conduttrice Sveva Sagramola e dal fotografo naturalista Emanuele Biggi.

A illustrare il Cammino, le sue caratteristiche nonché la figura di S. Agostino sono intervenuti il Prof. Luigi Beretta dell’Associazione Storico-Culturale Sant’Agostino di Cassago Brianza e Renato Ornaghi, dell’Associazione Cammino di Sant’Agostino di Monticello Brianza.

La trasmissione non ha mancato di mettere in rilievo altri aspetti peculiari di questo Cammino lombardo, quali la sua componente socio-psicologica grazie alla testimonianza del pellegrino di Nova Milanese Francesco Pasquali, e delle caratteristiche sia geo-morfologiche che “leonardesche” del territorio attraversato dai 620 km del percorso da Monza a Pavia, ben descritte dalla cassaghese Mariangela Riva, ONC (operatore naturalistico culturale) del Club Alpino Italiano.

A completare la rappresentazione del territorio non poteva ovviamente mancare la cucina locale illustrata dalla Chef Giovanna Passeri, titolare dell’omonimo agriturismo di Monticello Brianza. Giovanna Passeri si è cimentata nella realizzazione del piatto forse più classico della cucina locale: la cassoeula con polenta.

Non ha però tralasciato di testimoniare la crescente vocazione enogastronomica del territorio, assai vivace grazie alla nascita di aziende agricole ed alimentari nella filiera casearia, del vino, degli insaccati (su tutti, il celebre salame Brianza) nonché di altri vecchi e nuovi cultivar locali: quello tradizionale delle erbe aromatiche ma anche i più innovativi, come ad esempio quello della spezia forse più preziosa al mondo: lo zafferano.

Come dessert, ha infine fatto da suggello al Cammino agostiniano la cosiddetta Torta della Felicità. Questa torta è stata realizzata dal pasticcere cassaghese Fausto Colzani sulla base di ingredienti illustrati da Agostino medesimo in una sua opera: il De Vita Beata, scritta durante la sua permanenza a Rus Cassiciacum dall’autunno del 386 alla primavera del 387.

Commenti