Intesa tra Lombardia e Canton Ticino

Lombardia e Canton Ticino sottoscriveranno entro l'estate un'Intesa che contenga tutti i temi di interesse reciproco sulla quale basare il lavoro comune dei prossimi...


339 0
339 0

Lombardia e Canton Ticino sottoscriveranno entro l’estate un’Intesa che contenga tutti i temi di interesse reciproco sulla quale basare il lavoro comune dei prossimi anni: ambiente e infrastrutture anzitutto. Sullo sfondo ci sono anche, ovviamente, le questioni legate ai frontalieri.

Le condizioni politiche attuali consentono però di guardare ai ristorni con maggior serenità rispetto al passato. Questi, in sintesi, gli esiti dell’incontro fra il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana con il presidente del Consiglio di Stato, Claudio Zali.

Hanno accompagnato il governatore anche gli assessori alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile e agli Enti locali e Piccoli comuni. I ristorni, in particolare, non destano particolari preoccupazioni al presidente perché «l’entità degli interventi da realizzare insieme va bene oltre. Quello è piuttosto uno stimolo per concordare i passi futuri”. Il presidente ha anche comunicato che sono già  stati programmati una serie di incontri futuri, proprio perchè “di base siamo già d’accordo sul fatto che tutto debba essere affrontato e risolto».

Il metodo è molto semplice: partire dai bisogni dei cittadini, capendo “quali sono gli interventi più importanti, così da focalizzare l’attenzione sulle modalità per reperire le risorse necessarie”.

In questo quadro il percorso autonomista intrapreso è sicuramente di grande aiuto per risolverli. «L’autonomia ci deve far ragionare in modo diverso – ha chiarito il residente – non in dipendenza dalle decisioni di Roma, dobbiamo invertire il modo di affrontare I problemi».

Anche il Canton Ticino, per quanto riguarda l’inquinamento, sconta gli stessi problemi della Lombardia. E’ quindi allo studio l’ipotesi di coinvolgere anche il Canton Ticino nel Tavolo di lavoro avviato, e che già sta dando importanti risultati, fra le Regioni del Bacino padano. “Siamo troppo vicini – ha sintetizzato il presidente – per non  ragionare allo stesso modo”.

Per quanto riguarda invece il tema dei trasporti, l’assessore competente ha confermato «la totale disponibilità a collaborare al fine di potenziare i collegamenti con le zone di confine. Proprio in questa direzione un nuovo treno che, dal 10 Giugno, ogni due ore collegherà direttamente Malpensa con Como passando dal Canton Ticino. L’assessore ha anche confermato che “sono incoraggianti i dati relativi ai primi 3 mesi del nuovo servizio transfrontaliero Arcisate/Stabio».

 

Commenti