GP Monza: controlli ATS Brianza a tutela del consumatore

ATS Brianza in pista durante il weekend del gran premio di Monza con 12 ispettori dell'Unità Igiene Alimenti e Nutrizione (UOC IAN), incaricati di controllare i requisiti...


ats brianza
209 0
209 0

ATS Brianza in pista durante il weekend del gran premio di Monza con 12 ispettori dell’Unità Igiene Alimenti e Nutrizione (UOC IAN), incaricati di controllare i requisiti di igiene dei ristoranti, catering, food trucks e strutture temporanee installate presso l’Autodromo e il Parco di Monza.

“Sono state eseguite ben 57 ispezioni in quattro giornate per verificare le condizioni igieniche di locali, mezzi e attrezzature, le modalità di conservazione, lavorazione e rintracciabilità dei prodotti alimentari e la presenza dei requisiti di igiene previsti dalla normativa vigente – spiega la dott.ssa Nicoletta Castelli, Direttore del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria di ATS Brianza – Oggetto dei controlli, oltre le numerose strutture temporanee allestite per la preparazione di panini e street food, anche le mense ed i catering utilizzati dagli operatori e dai piloti con i rispettivi team, a garanzia di un controllo a 360°”.

Il bilancio è stato tendenzialmente positivo, con la maggioranza degli operatori attenti a garantire gli obblighi normativi previsti e impegnati a mantenere buone prassi igieniche. Non sono tuttavia mancati alcuni provvedimenti e sanzioni da parte degli ispettori per carenze dei requisiti strutturali, assenza di apparecchiature refrigerate per lo stoccaggio dei prodotti o mancata protezione degli alimenti pronti per la vendita al consumatore.

I tecnici hanno anche svolto una preziosa attività di informazione sui requisiti necessari per l’esercizio dell’attività e, in presenza di minime difformità, sui correttivi necessari per l’eliminazione delle inadeguatezze, provvedendo a riverificare la risoluzione delle lacune accertate.

“Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto dai nostri operatori che, con competenza, professionalità e spirito di gruppo, contribuiscono quotidianamente a tutelare la salute di tutti noi e, in questo caso, anche del grande pubblico presente nel weekend al GP – conclude il dott. Silvano Lopez, Direttore Sanitario dell’ATS – A loro va il ringraziamento mio personale e di tutta la nostra Agenzia”.

Importanti i numeri della UOC IAN: da inizio anno ad oggi sono state ispezionate oltre 1000 attività alimentari e impartite oltre 200 sanzioni amministrative; sono stati disposti 3 sequestri probatori, 26 sospensioni di attività, 6 sequestri amministrativi; sono state effettuate 453 prescrizioni e 4 operatori del settore alimentare sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per reati in materia alimentare.

Commenti