Giornata dell’Infanzia, Villa Tittoni colorata di blu

Anche Desio fra i partecipanti di “GO BLUE”, l’iniziativa lanciata da UNICEF (Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia) e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) per celebrare la Giornata...

142 0
142 0

Anche Desio fra i partecipanti di “GO BLUE”, l’iniziativa lanciata da UNICEF (Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia) e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) per celebrare la Giornata Mondiale dell’Infanzia e i 30 anni dall’approvazione da parte delle Nazioni Unite della Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

Mercoledì 20 novembre, la Villa Tittoni Cusani Antona Traversi, una tra le dimore patrizie più rilevanti della Brianza, si è colorata di blu per lanciare un messaggio mondiale in difesa dei diritti dei bambini.

“Come Amministrazione comunale – aggiunge l’Assessore al Commercio Jenny Arienti – proprio perché abbiamo diverse occasioni di stare a contatto con le persone, con le varie istituzioni, con le associazioni e con diverse realtà commerciali del territorio, possiamo sensibilizzare ed effettuare un cambiamento, mettendo i bambini al centro della nostra comunità e dell’azione educativa”.

L’INFANZIA E I SUOI PRINCIPI FONDAMENTALI

I quattro principi fondamentali della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza:

a) Non discriminazione (art. 2): i diritti sanciti dalla Convenzione devono essere garantiti a tutti i minori, senza distinzione di razza, sesso, lingua, religione, opinione del bambino/adolescente o dei genitori.
b) Superiore interesse (art. 3): in ogni legge, provvedimento, iniziativa pubblica o privata e in ogni situazione problematica, l’interesse del bambino/adolescente deve avere la priorità.
c) Diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo del bambino e dell’adolescente (art. 6): gli Stati devono impegnare il massimo delle risorse disponibili per tutelare la vita e il sano sviluppo dei bambini, anche tramite la cooperazione tra Stati.
d) Ascolto delle opinioni del minore (art. 12): prevede il diritto dei bambini a essere ascoltati in tutti i processi decisionali che li riguardano, e il corrispondente dovere, per gli adulti, di tenerne in adeguata considerazione le opinioni.

Condividi
monza in diretta

Join the Conversation