Gioco d’azzardo a Monza: controlli e informazione

Iniziata nei giorni scorsi la programmazione in diretta su MWRADIO.IT, web radio monzese realizzata da un gruppo di giovani, dove si parlerà di gioco d’azzardo...


166 0
166 0

Iniziata nei giorni scorsi la programmazione in diretta su MWRADIO.ITweb radio monzese realizzata da un gruppo di giovani, dove si parlerà di gioco d’azzardo patologico a Monza. L’iniziativa si colloca all’interno delle azioni di sensibilizzazione previste nel primo bando regionale vinto dal Comune di Monza Attenti al GAP, al quale partecipano anche ATS Monza e Brianza, i Comuni di Brugherio e Villasanta, il Consorzio Exit e Spaziogiovani.

Le dirette dai locali NO_SLOT: la programmazione radio – che prevederà anche la partecipazione degli Assessori Massimiliano Longo alle Attività Produttive e Federico Arena alla Sicurezza, oltre ad esperti psicologi, Federazione Italiana Tabaccai e ASST di Monza – dedicherà programmi in diretta anche dai locali NO-SLOT della città per valorizzare le scelte etiche dei singoli esercenti. Presso i locali saranno allestite, dunque, postazioni radiofoniche itineranti che coinvolgeranno la clientela attraverso quiz, animazione e musica:  il 6 aprile al Turnèè, il 20 aprile al Woody Rock Bistrot, il 4 maggio a The Flat, il 18 maggio al Carrobiolo e l’8 giugno allo Shape.

Comprendere il fenomeno della ludopatia a partire dalle categorie più fragili, come giovani e anziani, è il primo passo per impostare politiche efficaci per evitare che il gioco diventi una malattia – spiegano il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore alle Attività Produttive Massimiliano Longo – Il monitoraggio in corso ci consentirà di effettuare interventi più mirati e una sensibilizzazione più consapevole di quanti sono esposti a questo rischio”.

Il progetto SELFIE nelle scuole: tra le azioni anche il coinvolgimento diretto di quattro scuole medie della città per il progetto SELFIE, con la somministrazione di un questionario tra i ragazzi: hanno aderito le scuole Ardigò, Bellani, E. Sala, A. B. Sabin.

I controlliintanto la Polizia Municipale, nell’ambito delle attività di controllo previste dal bando regionale, ha effettuato 43 ispezioni e controllato 135 macchine SLOT15 le sanzioni contestate di 1000 euro ciascuna. I proventi saranno destinati ai progetti di recupero per i malati di GAP.

Completano il progetto Attenti al Gap le attività di comunicazione e sensibilizzazione, ma anche quelle mirate all’ascolto e orientamento grazie al coinvolgimento di ASST e di ATS, che mettono a disposizione dei centri NOA e SerT spazi e momenti dedicati all’attività di ascolto e counselling per le persone interessate alla problematica, oltre a garantire la presa in carica e cura delle persone affette da ludopatia.

A progetto ultimato i dati sulla numerosità di fruitori del servizio, sulla tipologia degli stessi, sulle principali problematiche, sulle soluzioni proposte e sui risultati raggiunti verranno trasmessi alle Amministrazioni locali: costituiranno fonte preziosa per orientare le politiche socio assistenziali e giovanili.

Commenti