Vi presento la nuova Nissan Juke Hybrid insieme a Luisa Di Vita

di Silvia Terraneo – Amici di Motori in Diretta giusto qualche mese fa avevo provato la Nissan Juke Kiiro in occasione della prima di The Batman e ora...

669 0
669 0

di Silvia Terraneo – Amici di Motori in Diretta giusto qualche mese fa avevo provato la Nissan Juke Kiiro in occasione della prima di The Batman e ora sono di nuovo alla prima durante la Milano Design Week della JUKE Hybrid. Nissan inaugura un’eccezionale stagione che vede il lancio di 5 nuovi modelli elettrificati nel corso del 2022

Ed eccomi cosi a scambiare quattro chiacchiere con Luisa di Vita Direttore Comunicazione Nissan Italia, nel video qui sotto trovate l’intervista e il mio primo contatto con la Juke Hybrid, in un breve percorso da Buccinasco a Pavia lungo il Naviglio. Itinerario perfetto per una gita fuori porta da fare in giornata

La nuova Juke Hybrid ha un propulsore ibrido di JUKE è composto da un motore Nissan a combustione interna di nuova generazione, appositamente sviluppato, che eroga una potenza di 69 kW (94 CV) e una coppia di 148 Nm. Il motore elettrico principale, anche questo Nissan, ha una potenza di 36 kW (49 CV) e una coppia di 205 Nm.

Il propulsore è completato da uno starter/generatore (motore elettrico secondario) ad alta tensione da 15kW, un inverter, una batteria raffreddata a liquido da 1,2 kWh e il cambio multi-mode. Quando si avvia parte sempre in modalità 100% EV e la mantiene fino alla velocità di 55 km/h, viaggiando in città fino all’80% del tempo a zero emissioni.

Il cliente può quindi apprezzare il piacere di guida e il feeling tipico di un EV, con accelerazione brillante e progressiva, unita al comfort di un abitacolo silenzioso e privo di vibrazioni.

Il cambio multi-mode ha in tutto 6 marce, 2 per il motore elettrico e 4 per il termico e nell’accoppiamento con il motore termico non ci sono né frizione e né sincronizzatori.

Il motore elettrico secondario assolve a varie funzioni, tra le quali quella di starter e di sincronizzatore per il motore termico. Versione speciale di lancio Premiere Edition con elementi di stile esclusivi e ricca dotazione tecnologia. Solo 500 esemplari per l’Italia al prezzo di 32.300 euro

La nuova Juke Hybrid ha un propulsore ibrido di JUKE è composto da un motore Nissan a combustione interna di nuova generazione, appositamente sviluppato, che eroga una potenza di 69 kW (94 CV) e una coppia di 148 Nm.

Il motore elettrico principale, anche questo Nissan, ha una potenza di 36 kW (49 CV) e una coppia di 205 Nm. Il propulsore è completato da uno starter/generatore (motore elettrico secondario) ad alta tensione da 15kW, un inverter, una batteria raffreddata a liquido da 1,2 kWh e il cambio multi-mode.

Quando si avvia parte sempre in modalità 100% EV e la mantiene fino alla velocità di 55 km/h, viaggiando in città fino all’80% del tempo a zero emissioni. Il cliente può quindi apprezzare il piacere di guida e il feeling tipico di un EV, con accelerazione brillante e progressiva, unita al comfort di un abitacolo silenzioso e privo di vibrazioni.

Il cambio multi-mode ha in tutto 6 marce, 2 per il motore elettrico e 4 per il termico e nell’accoppiamento con il motore termico non ci sono né frizione e né sincronizzatori. Il motore elettrico secondario assolve a varie funzioni, tra le quali quella di starter e di sincronizzatore per il motore termico.

Quando si schiaccia il pedale del freno, la funzione Regenerative Cooperative Brake combina la rigenerazione della batteria con l’azione del sistema frenante per massimizzare il recupero di energia e garantire una sensazione di pieno controllo al guidatore.

Tramite un apposito selettore è possibile scegliere tra le modalità di guida Eco, Normal o Sport, che influisce sulla rigidità dello sterzo, il controllo del clima, la risposta dell’acceleratore e il comportamento della frenata rigenerativa. Nella modalità Sport, ad esempio, la rigenerazione è impostata su alti livelli, per recuperare il massimo dell’energia energia da trasformare poi in forza motrice.

e-Pedal per una guida urbana fluida
Nell’abitacolo, sul quadrante di destra è visualizzata la velocità e su quello di sinistra l’indicatore di potenza, con l’ago che si sposta tra “charge”, quando è in corso la rigenerazione energetica, “eco”, quando la propulsione è elettrica, e “power”, quando si combinano motore termico e motore elettrico. Nel quadrante di sinistra in basso c’è l’indicatore dello stato di carica della batteria.

Sul display combimeter da 7” situato tra i due quadranti compare una rappresentazione visiva del flusso di potenza: i flussi energetici sono rappresentati con un’animazione semplice e chiara che consente al conducente di capire perfettamente come funziona il sistema.

Il pulsante dell’e-Pedal è posizionato nella consolle centrale, dietro a quello del freno di stazionamento elettrico, mentre il pulsante per attivare la modalità 100% elettrica è situato tra due delle bocchette d’aria centrali. Quando l’e-Pedal e l’EV Mode sono attivati, compare un promemoria visivo in basso al display combimeter

Il bagagliaio ha una capacità di 354 litri e con i sedili posteriori ripiegati ha una capienza ai vertici della categoria con 1.237 litri, mentre lo spazio per le ginocchia resta invariato a 553 mm.

Versione speciale di lancio Premiere Edition con elementi di stile esclusivi e ricca dotazione tecnologia. Solo 500 esemplari per l’Italia al prezzo di 32.300 euro.

Leggi tutti gli articoli della nostra rubrica MOTORI IN DIRETTA a firma di Silvia Terraneo (a questo link la sua pagina Instagram She Motori)

Condividi

Join the Conversation