Seregno la mostra personale di Raffaella Surian

“Niente confini, solo orizzonti” è la mostra personale di Raffaella Surian, che si inaugura il 1 novembre presso la Galleria Civica Ezio Mariani. Fortemente voluta dall’associazione culturale “L’Umana...

366 0
366 0

Niente confini, solo orizzonti” è la mostra personale di Raffaella Surian, che si inaugura il 1 novembre presso la Galleria Civica Ezio Mariani. Fortemente voluta dall’associazione culturale “L’Umana Avventura”, raccoglie trenta opere fra acqueforti e collage, sintesi di un percorso di ricerca continua nella tecnica dell’incisione.

Il paesaggio e tutta la natura – sottolinea Marco Bugatti, curatore della mostra – rappresentano da secoli un punto iconografico fondamentale nell’arte figurativa e sorgente di una cospicua parte della creatività che ha attraversato il tempo grazie ad artisti eccellenti.

Ognuno di essi ha declinato e orientato questo soggetto in numerose apparizioni e suggerimenti, cosicché ogni volta campi agricoli, marine, luoghi boschivi, cieli tersi, nuvole sono apparsi ai nostri occhi come se non li avessimo mai visti e conosciuti prima. La proposta del paesaggio ricolloca il nostro sguardo in una diversa prospettiva, lo accende e lo illumina scorgendo in ogni cosa un barlume di novità.

È in questo frangente che il paesaggio acquista un sapore nutrito di mistero e di immaginifico e si impone alla mente e al cuore nel suo momento aurorale. Raffaella Surian interseca esattamente a questo livello la sua ricerca artistica. I paesaggi sono dunque frammenti di memoria, coagulo di sguardi accesi da uno stupore primigenio. La sorpresa di un orizzonte è l’emergenza che supera ciò che è scontato e perciò non visto o mai visto.

L’orizzonte non delimita, accenna e suggerisce. È la meraviglia della terra intrisa di cielo che innerva le carte di Raffaella Surian. È il miracolo scoperto delle cose che stanno al loro posto ogni giorno. È il modo sacro di vivere e anche direi, di dipingere.”

Condividi
monza in diretta

Join the Conversation