Meda: appuntamenti online con le Voci della Storia

MEDA – Sono quattro e tutti volti a un unico obiettivo: fare sentire le “Voci della storia” con esperienze di memoria e resilienza. Una finalità che forse mai...

268 0
268 0

MEDA – Sono quattro e tutti volti a un unico obiettivo: fare sentire le “Voci della storia” con esperienze di memoria e resilienza. Una finalità che forse mai come in questo momento in cui l’emergenza pandemica continua a mordere ha assunto una particolare rilevanza.

L’iniziativa messa in campo dalla libreria “Un mondo di libri” di Seregno con la collaborazione del Comune di Meda si svolgerà online. A diffonderla sarà il canale Facebook della libreria.

Il primo degli appuntamenti, tutti in programma alle 21 e via social, si è svolto martedì 2 febbraio e ha avuto per titolo “Dal fascino dell’apnea alle sfide della vita”. A caratterizzarlo è stato l’intervento dello scrittore Umberto Pellizzari, autore del libro “Con la forza del respiro”.

Nel secondo appuntamento in programma martedì 9, invece, sarà il noto giornalista Mario Calabresi a parlare di “Una storia mai raccontata che appartiene a tutti noi” con la presentazione del libro “Quello che non ti dicono”.

Venerdì 12 sarà invece la volta del popolare studioso di storia medievale Franco Cardini che presenterà “Il dovere della memoria” sulla linea di un concetto preciso: “occorre ricordare affinché certe cose non avvengano più”. La serata costituirà anche un momento di approfondimento della rubrica “Vaccini per l’anima” per la quale interverranno il professor Giuseppe Girgenti e vi saranno letture dell’attore Simone Passero.

Martedì 16, invece, Giovanni Albano, medico anestesista dell’ospedale di Bergamo, interverrà per dare la sua personale testimonianza di un medico in prima linea. Nell’occasione interverrà anche il primario di infettivologia dell’ospedale di Legnano Paolo Viganò.

“Resistere – spiegano gli organizzatori nel presentare l’incontro – per trovare un proprio ruolo in un mondo totalmente cambiato e ricordare ha la funzione altissima, in una società civile libera e consapevole, di contribuire alla progettazione di un futuro migliore e più giusto”. A moderare tutti gli incontri sarà Eva Musci, direttrice artistica del progetto insieme con Antonio Zappa. (articolo di Cristiano Comelli) 

Condividi

Join the Conversation