Monza, si fingono volontari ENPA e gli rubano la cagnolina

Questo brutto episodio risale al 31 Gennaio anche se ENPA ha saputo solo nelle ultime ore, dalle pagine di un giornale locale, del proprio incolpevole “coinvolgimento”.  È quasi...

318 0
318 0

Questo brutto episodio risale al 31 Gennaio anche se ENPA ha saputo solo nelle ultime ore, dalle pagine di un giornale locale, del proprio incolpevole “coinvolgimento”.  È quasi mezzanotte quando, in Via Cattaneo 26 a Monza, a pochi passi da Viale Cesare Battisti, due donne e una ragazzina entrano in un appartamento a piano terra, forzando la persiana e poi rompendo il vetro. La casa è di Giuliano Martorana ma in quel momento vi si trova solamente la piccola Laika, la sua adorata pechinese di 9 anni.

Sentendo il rumore, la vicina di casa che abita sopra si affaccia ma le donne la rassicurano dicendo di essere addette dell’ENPA, e che sono lì per una non meglio precisata “segnalazione” (affermazione naturalmente totalmente falsa). Escono poi con la cagnolina in braccio, stranamente tranquilla, senza rubare null’altro.

Scoperto il gravissimo furto, Giuliano sporge denuncia ai Carabinieri di Monza e non perde tempo a far appelli sui social media, compresa la pagina facebook dell’ENPA di Monza e Brianza. Parla con altri residenti del quartiere, fa il giro delle aree di sguinzagliamento di Monza, si sposta nelle altre città limitrofe alla ricerca di informazioni, affigge volantini in zona che il più delle volte, inspiegabilmente, vengono strappati via.

Le modalità e la facilità con cui le donne sono riuscite a portare via Laika senza allarmare i vicini di casa e indurli a contattare le forze dell’ordine sembrano assurde ma, come confermano altri episodi di cronaca nera, i truffatori ricorrono ormai a tutto per raggirare le persone più sprovvedute.

Nell’esprimere la nostra solidarietà al proprietario di Laika e la partecipazione al suo dispiacere, ENPA chiarisce che i volontari della nostra associazione che si occupano delle segnalazioni di maltrattamento sul territorio sono sempre dotati di abbigliamento che già visivamente dimostra la loro appartenenza all’ENPA (pettorina o indumenti con il logo ENPA), sono tutti dotati di tessera di riconoscimento vidimata dal Presidente, e non si introducono mai in proprietà private senza il preventivo assenso del proprietario, men che meno in orari notturni. Analogamente si comportano i nostri volontari che si dedicano al successivo controllo degli animali affidati dal parco canile-gattile in ottemperanza al modulo di adozione firmato dall’affidatario che prevede tali controlli successivi.

In segno di solidarietà con Giuliano, ENPA di Monza e Brianza rilancia l’appello per ritrovare la cagnolina Laika con cui viveva da quando era cucciola. Comprensibilmente molto abbattuto per quanto è accaduto, soprattutto perché sta attraversando un periodo difficile e Laika era tutto ciò che gli rimaneva, è pure preoccupato per il suo benessere e per come verrà trattata da chi adesso la trattiene con sé.

Laika è una pechinese (quindi di taglia piccola) col pelo color fulvo, il tipico musetto un po’ schiacciato nero e le zampette anteriori bianche. È microchippata (n. 380260070081192) ma non sterilizzata. Rubata a Monza il 31 Gennaio, ora potrebbe trovarsi anche in un’altra città della provincia o anche fuori provincia.

L’appello è rivolto anche ai medici veterinari che potrebbero trovarsi l’anziana cagnolina nell’ambulatorio.

È prevista una ricompensa per chi la riporta a casa. Contatti: chi avesse delle informazioni o in caso di avvistamenti promettenti, contattare ENPA Sezione Monza e Brianza allo “039-835623 (canile-gattile) / mail “canile@enpamonza.it” “telefono 391-162 1254 (Giuliano)“.

ENPA ha realizzato un volantino (in JPG e PDF) disponibile sul sito “www.enpamonza.it e ringrazia chi può aiutare, diffondendo l’appello sui propri canali digitali e/o stampando e affiggendo il volantino.

Condividi
monza in diretta

Join the Conversation