Seregno festa della donna riprogrammazione eventi

Sono Francesca Molteni e Maria Giulia Confalonieri le donne a cui il Comune di Seregno ha deciso di attribuire il Premio Mimosa 2020. Istituito nel 2004 per onorare...

414 0
414 0

Sono Francesca Molteni e Maria Giulia Confalonieri le donne a cui il Comune di Seregno ha deciso di attribuire il Premio Mimosa 2020. Istituito nel 2004 per onorare donne che si siano particolarmente distinte nell’ambito del servizio sociale, il riconoscimento si è progressivamente arricchito di significati, per poter esprimere riconoscenza ed apprezzamento a chi abbia saputo valorizzare il ruolo femminile nella società.

Il premio viene comunque attribuito, anche se non potrà essere consegnato, come invece era stato preannunciato, durante il concerto “Ritratto di signora”, che a cura dell’Associazione Musicale Ettore Pozzoli avrebbe dovuto essere proposto domenica 8 Marzo ne L’Auditorium di piazza Risorgimento.

L’evento, infatti, è stato annullato nel rispetto delle misure ministeriali contro la diffusione del Corona Virus. Per la medesima ragione è stato rinviato a data da destinarsi lo lo spettacolo di cabaret “Ho l’età. Punto” con Cristiana Maffucci in programma giovedì 5 marzo.

La mostra “L’arte è donna”, nella sala civica Ezio Mariani di Seregno verrà invece aperta al pubblico da mercoledì 4 marzo e potrà essere visitata fino al 15 marzo, ogni giorno dalle ore 16 alle ore 19, la domenica anche dalle ore 10 alle ore 12.

Francesca Molteni, imprenditrice

Amministratore delegato dell’impresa famigliare, operante nel settore delle assicurazioni, moglie e madre di due figlie, Francesca Molteni si è distinta per la propensione e la capacità di costruire reti relazionali finalizzate allo sviluppo del contesto sociale. Nel 2014 è stata uno dei fondatori della Rete di Impresa Vivi Seregno, strumento operativo del Distretto Urbano del Commercio della nostra città, che oggi conta circa 160 aderenti e la cui mission è quella di contribuire ad aumentare l’attrattività del centro storico cittadino a beneficio delle attività qui operanti. L’anno successivo, con altri attori, porta a Seregno l’innovativa forma associativa del BNI, acronimo per Business Network International, dando vita al Capitolo Barbarossa, che oggi conta oltre 50 membri tra imprenditori e professionisti, di cui da aprile dello scorso anno ne è la presidentessa. Proprio la capacità nell’intraprendere percorsi innovativi di collaborazione tra le realtà locali, che fa trasparire creatività, dinamicità e attaccamento al territorio, per il lavoro costante, che richiede impegno e dedizione, nel fare rete e nel valorizzare l’operosità di Seregno sono le motivazioni per le quali a Francesca Molteni è stato attribuito il Premio Mimosa.

Maria Giulia Confalonieri, ciclista professionista

Ventisettenne ciclista professionista, specializzata in gare su pista, Maria Giulia Confalonieri compete ai più alti vertici mondiali della specialità. Giusto domenica è stata protagonista dei campionati mondiali svoltisi a Berlino, dove è le è sfuggito di un soffio il podio. Poche settimana fa aveva conquistato la Coppa del Mondo nella specialità Madison, in coppia con Letizia Paternoster, mentre a ottobre aveva vinto il titolo europeo sempre nella corsa a punti. Il Premio Mimosa le viene conferito per la determinazione e la costanza che le ha permesso di emergere in uno sport di sacrificio qual è il ciclismo, arrivando a portare il nome della città di Seregno ai più elevati traguardi mondiali.

Foto di pixelia da Pixabay

Condividi

Join the Conversation