Ripartono i cantieri della provincia MB

La Provincia di Monza e Brianza è pronta alla riapertura dei cantieri sospesi nel periodo di lockdown dell’emergenza Coronavirus. Mentre molte realtà produttive hanno sospeso le attività per rispondere...

489 0
489 0

La Provincia di Monza e Brianza è pronta alla riapertura dei cantieri sospesi nel periodo di lockdown dell’emergenza Coronavirus. Mentre molte realtà produttive hanno sospeso le attività per rispondere alle disposizioni di emergenza emanate da Regione e Governo, la Provincia ha continuato a svolgere le sue funzioni in modalità smart working per definire il programma delle opere più urgenti e non fermare l’attività amministrativa necessaria per garantire ai numerosi fornitori di ricevere i pagamenti dovuti in tempi brevi e non aggravare ulteriormente le condizioni delle imprese chiuse.

“Anche il nostro ente si avvia alla Fase 2 organizzando le attività necessarie alla ripartenza dei cantieri sospesi nella fase più critica dell’emergenza, tenendo anche conto dei nuovi protocolli di sicurezza che incidono notevolmente nella gestione organizzativa e dei costi .– spiega il Presidente Luca Santambrogio – Come oramai diciamo da tempo, la Provincia ha un ruolo centrale in un territorio per favorire gli investimenti e il movimento delle risorse. Anche in questa emergenza globale siamo riusciti a dimostrarlo non fermando le attività ed i pagamenti ai fornitori, ossigeno prezioso per molti che sono stati costretti al lockdown”.

I pagamenti: E’ stato pubblicato sul sito dell’ente, ai fini della Trasparenza, l’indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti riferito al 1^ trimestre 2020: in questo arco di tempo la Provincia ha mediamente pagato i propri fornitori con una media di 17,93 giorni di anticipo sulla scadenza. Un dato migliorativo rispetto al complesso del 2019 in cui il dato rappresentava un anticipo sulle scadenze di 11,46 giorni.
Sul fronte delle manutenzioni delle strade sono stati liquidati 1.443.300 euro per lavori eseguiti prima del lockdown; 150.000 mila sono stati liquidati per manutenzioni varie negli edifici scolastici, mentre circa 40.000 euro sono stati spesi per interventi urgenti richiesti dalle scuole nei giorni di chiusura.

I cantieri in programma: Sono in corso le procedure necessarie per programmare la ripartenza dei cantieri con le modalità per garantire il pieno rispetto della sicurezza e della salute dei lavoratori.
Gli uffici tecnici sono operativi per riprogrammare una partenza graduale integrando i progetti già elaborati con i Piani di sicurezza anticovid approvati a livello nazionale tra le parti sociali che comportano un nuovo calcolo delle risorse necessarie per finanziare i costi della sicurezza previsti in ogni singolo cantiere.

Edilizia scolastica: Pur non essendo ancora definita una data possibile di partenza si stanno definendo le procedure necessarie di adeguamento dei piani di sicurezza e la valutazione degli oneri di sicurezza aggiuntivi per i primi cantieri in programma:
1. Ampliamento del centro scolastico di Vimercate mediante realizzazione di un nuovo edifico destinato ad aule e servizi – Importo complessivo investimento € €3.514.229,41;
2. Rifacimento delle coperture presso il L.C. B. Zucchi di Monza –Importo complessivo investimento € 1.341.000,00;
3. Rifacimento di parte delle coperture in edifici scolastici vari (Europa Unita di Lissone – Fermi di Desio – Hensemberger e Mosè Bianchi di Monza) –Importo complessivo investimento € 604.000,00;
4. Messa in sicurezza solai mediante sostituzione controsoffitti presso succursale del II.S. Gandhi di Besana B.za –Importo complessivo investimento € 55.000,00.

Inoltre, si sta pianificando l’utilizzo delle risorse provenienti da Regione Lombardia, circa 3 milioni, che l’Ente ha decisio di destinare principalmente all’edilizia scolastica.

Manutezione strade: Non si sono mai fermate le attività di sfalcio dell’erba sull’intera rete di competenza e la manutenzione ordinaria del verde sui margini stradali. Si sta completando il rifacimento della segnaletica orizzontale su alcuni tratti asfaltati nel mese di ottobre 2019. Entro maggio sarà realizzato l’attraversamento pedonale con impianto di illuminazione lungo la sp 178 presso il Comune di Cornate d’Adda.
Si stanno programmando per i primi giorni di giugno gli Interventi di manutenzione straordinaria lungo la tratta della MI-Meda di competenza a completamento dei lavori eseguiti nel 2018 per un importo di 1.640.062,00. Le opere riguardano: sostituzione di guard rail danneggiati oppure non più adeguati alle esigenze di traffico attuali; sostituzione di tratti di pavimentazione stradale; risagomatura di tratti della cunetta per la raccolta delle acque piovane.
Si stanno concludendo i 2 progetti esecutivi, da appaltare, per la riasfaltatura delle strade, finanziati dal MIT per un investimenti per un complessivo di circa € 2.000.000.
Si stanno definendo i protocolli di sicurezza per la riapertura del cantiere della tangenzialina dell’Ospedale sulla Sp6.

Operazione ponti sicuri:
Milano – Meda: si riparte a fine maggio con le prove di carico per il rinnovo dei certificati di idoneità statica di tre ponti della Milano – Meda: Ponte 12 (cavalcavia via Manzoni, Binzago), Ponte 14 (sottovia via san Benedetto, Cesano Maderno) e Ponte 26 (cavalcavia via Tre Venezie, svincolo Meda). Si sta definendo il piano delle ispezioni visive sugli altri 30 ponti della Milano – Meda con attività diurne per non creare disagi alla circolazione.
A breve si procederà all’aggiudicazione di professionisti per l’esecuzione dei lavori di risanamento dei ponti SP35-Ponte 4 (cavalcavia via Pastrengo, Varedo), SP35-Ponte 6 (cavalcavia via Bertacciola, Bovisio Masciago), SP35-Ponte 12, SP35-Ponte 26 e per l’esecuzione dei lavori di risanamento dei ponti SP35-Ponte 2 (cavalcavia viale Brianza, Varedo) e SP35-Ponte 5 (cavalcavia via monte Tre Croci, Varedo): i due interventi, entrambe in convenzione tra RL e Provincia MB, prevedono finanziamenti rispettivamente pari a 1 800 000.00 EUR e 1 000 000.00 EUR. I lavori potranno essere avviati a fine 2020, così da rispettare la limitazione contenuta nel certificato di idoneità statica.
Ispezioni visive complesse di rinnovo sono in programma tra giugno e luglio su 30 manufatti vari disposti sulla rete stradale provinciale.

Condividi

Join the Conversation