Nuovo percorso per il bus Z228 da Lissone a Monza

LISSONE – A seguito del sopralluogo e della relativa prescrizione da parte dell’Agenzia del TPL sulla pericolosità di alcune intersezioni, l’azienda Autoguidovie ha comunicato che modificherà il percorso...

1232 0
1232 0

LISSONE – A seguito del sopralluogo e della relativa prescrizione da parte dell’Agenzia del TPL sulla pericolosità di alcune intersezioni, l’azienda Autoguidovie ha comunicato che modificherà il percorso dello Z228 in direzione Monza FS. Lo annuncia Massimo Rossati, assessore all’Urbanistica del Comune di Lissone.

“Il problema – spiega – è nato a seguito della realizzazione della ciclabile su viale Martiri della Libertà: un’opera che costringe il bus in uscita da via Sant’Agnese ad utilizzare tutta la carreggiata del viale per la svolta in destra. Quando si progettano modifiche viarie soprattutto su vie importanti come questa, è sempre buona norma valutare gli effetti di tali cambiamenti e non solo per la viabilità cosiddetta ordinaria, ma anche per la viabilità del trasporto pubblico locale. Questo aspetto, sia in fase progettuale che realizzativa, è stato evidentemente sottostimato o addirittura non valutato, tanto che oggi ci troviamo a gestire una modifica del tracciato dello Z228 e l’eliminazione di ben 3 fermate che servivano il centro storico”.

La ciclabile, realizzata dalla precedente Amministrazione comunale per incentivare l’utilizzo della bicicletta e ridurre l’uso delle auto per i brevi spostamenti, ha di fatto determinato un forte problema al trasporto pubblico locale con conseguenti disagi per coloro che ora dovranno raggiungere via San Francesco all’altezza del civico 27 per salire sullo Z228 in direzione Monza Fs.

“Si tratta di un problema non indifferente – prosegue Rossati – e come Amministrazione comunale di Lissone ci siamo subito attivati per capire come intervenire e ridurre al minimo i disagi. Nei giorni scorsi abbiamo effettuato un sopralluogo e stiamo valutando di intervenire con una riqualificazione viaria della zona per poter procedere alla richiesta di una fermata aggiuntiva e più vicina rispetto a quelle esistenti”.

Condividi

Join the Conversation