Nuovo gestore del PalaDesio ecco il bando

DESIO – Valorizzare l’impianto sportivo del Paladesio come luogo di diffusione della pratica sportiva e di aggregazione sociale, conservare il patrimonio comunale attraverso una gestione attenta e professionale...

352 0
352 0

DESIO – Valorizzare l’impianto sportivo del Paladesio come luogo di diffusione della pratica sportiva e di aggregazione sociale, conservare il patrimonio comunale attraverso una gestione attenta e professionale dell’impianto, favorire la pratica sportiva rivolta a fasce diversificate di utenza, garantire condizioni di uso pubblico dell’impianto, nonché assicurare al Comune forme di collaborazione per iniziative rivolte all’inclusione e alla promozione di iniziative di elevato livello agonistico.

Questi gli obiettivi del bando per la ricerca del nuovo gestore del Paladesio che intende acquisire manifestazioni di interesse per partecipare alla procedura di selezione relativa all’affidamento in concessione della gestione della struttura di proprietà comunale, situata in via Largo Atleti Azzurri d’Italia a Desio. L’impianto è il secondo per capienza in Lombardia dopo il Forum di Assago (13200 persone) ed è in grado di ospitare circa 8000 persone (6500 gradinate e 1300 parterre). L’attuale gestione affidata dal 2007 alla ASD Ginnastica Ritmica San Giorgio 79 scadrà nel giugno 2020.

C’è tempo sino al 28 febbraio 2020 alle 12 per presentare le proposte, mediante raccomandata con avviso di ricevimento, oppure consegnata a mano all’ufficio Protocollo del Comune di Desio, nonché via PEC all’ indirizzo protocollo.comune.desio@legalmail.it.

La raccolta e selezione delle manifestazioni di interesse segue direttive e principi contenuti nel nuovo Codice dei contratti pubblici, che regola il partenariato pubblico privato nella concessione e gestione di beni e servizi pubblici. L’affidamento del servizio viene effettuato tramite procedura aperta con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. La durata della concessione dovrà essere determinata in funzione dei lavori e dei servizi richiesti al concessionario, il quale dovrà prevedere anche una serie di investimenti richiesti dall’Amministrazione (circa 250 mila euro, tra cui il rifacimento della copertura).

La struttura verrà utilizzata per l’organizzazione di manifestazioni e attività sportive, manifestazioni e attività culturali, nonché sociali e ricreative, eventi di spettacolo e intrattenimento.

Alla chiusura dei termini per la presentazione delle manifestazioni di interesse, il progetto proposto con l’offerta economica più vantaggiosa sarà messo a gara, assicurando al proponente un diritto di prelazione per lo sforzo progettuale compiuto nella prima fase. Tra i plus garantiti al gestore ci saranno la possibilità di dare il nome alla struttura, di godere dello sfruttamento pubblicitario (interno ed esterno), di posizionare segnaletica stradale sponsorizzata e altro.

Tra gli oneri di cui il gestore dovrà farsi carico vi saranno quelli di custodia, delle utenze, di pulizia, delle licenze, dei piani sicurezza, della cura e manutenzione ordinaria e straordinaria. Il soggetto dovrà anche pagare un corrispettivo annuo comunque commisurato al piano economico e finanziario e alla redditività delle strutture.

Condividi

Join the Conversation