Monza, lunedì partono i primi centri estivi

La Giunta Comunale di Monza ha deliberato le «linee guida» che permettono l’apertura dei centri estivi. «Le scuole sono state le prime a chiudere e saranno le ultime a...

691 0
691 0

La Giunta Comunale di Monza ha deliberato le «linee guida» che permettono l’apertura dei centri estivi. «Le scuole sono state le prime a chiudere e saranno le ultime a riaprire – osserva il Sindaco Dario Allevi – perciò l’apertura dei centri estivi è di vitale importanza per tutti quei genitori che sono tornati al lavoro e hanno bisogno di un supporto concreto».

A Monza l’offerta dei centri estivi è rivolta ai bambini dei nidi, delle scuole dell’infanzia e delle scuole primarie e secondarie della città. Le «summer school» si svolgeranno nelle sedi scolastiche, nei giardini pubblici e nel Parco di Monza, offrendo spazi all’aperto per le attività educative, sportive e di intrattenimento.

Il Comune scende in campo in prima persona con due progetti: «In giardino sto bene» e «Pianeta in gioco». Il primo è rivolto ai bambini di 3 anni che frequentano i nidi comunali dove si svolgeranno le attività: «Cazzaniga» (via Debussy), «Cederna» (via Luca della Robbia), «Centro» (piazza Matteotti), «San Fruttuoso» (via Tazzoli), «Libertà» (via Bertacchi), «San Rocco» (via Sauro) e «Triante» (via Biancamano).

I posti disponibili sono 70 e la tariffa fissa è di 100 euro (dal 15 al 30 giugno). «Pianeta in gioco» è rivolto ai bambini da 3 a 6 anni che frequentano la scuola dell’infanzia «Pianeta Azzurro». In questo caso i posti disponibili sono 55 e la tariffa fissa di iscrizione è sempre di 100 euro.

Il percorso studiato dall’Amministrazione Comunale per la riapertura dei centri estivi prevede anche il contributo di realtà private – oratori, campus sportivi, attività educative e culturali – per la realizzazione di progetti educativi rivolti ai bambini della città. Ciascun progetto educativo è stato approvato dal Comune e trasmesso all’ATS Monza e Brianza. Le «summer school» finora autorizzate sono: «Summer Camp –  Baby College» (Baby College – via Ramazzotti, 28 – da 3 a 6 anni); «Summer Camp –  Junior College» (Baby College – via Longhi, 3 – da 6 a 11 anni); Centro estivo «San Biagio» (Parrocchia San Biagio – via Manara, 10 – da 3 a 6 anni), «B- Camp Estate 2020» (Collegio Bianconi – via Torneamento, 5 – da 3 a 6 anni); «E – State con noi» (Fondazione Opere Educative – Collegio Guastalla – viale Lombardia, 180 – da 3 a 11 anni); «Idee per l’estate 2020» (Associazione Creda Onlus – Cascina Molini Asciutti – Parco di Monza – da 4 a 16 anni); Centro Estivo «Umberto I 2020» (Scuola dell’infanzia Umberto I – vicolo Scuole, 2 – da 3 a 5 anni); Centro Estivo «Sollievo Famiglie» (Minime Oblate del Cuore Immacolato di Maria – Scuola dell’infanzia Tonoli – via Lario, 45 – da 3 a 6 anni); «Via Eva Segré per l’estate» (Minime Oblate del Cuore Immacolato di Maria – Villa Eva – via Eva Segré, 8 – da 6 a 14 anni); Centro estivo cresimandi e adolescenti «San Gerardo» (Parrocchia San Gerardo al Corpo – via Cremona, 7 – da 6 a 17 anni); Centro estivo «Marameo» (Società Midia – via E. da Monza, 7 – da 3 a 5 anni); «Bau Campus 2020» (Centro cinofilo Bau House – via Mera, 13 – da 6 a 11 anni); Centro estivo (GIS Milano SSD – via Pitagora, 12 – da 6 a 17 anni), Centri estivi «Park Camp» (SSD Park Camp – Monza Camping – via per Biassono – Parco di Monza – da 6 a 14 anni); «Summer Camp Multisport» (SSD Itksport – presso Istituto Maddalena di Canossa – viale Petrarca, 4 – da 6 a 11 anni); «Summer Camp Multisport» (SSD Itksport presso Istituto Padre di Francia – viale della Taccona, 16 – da 6 a 11 anni).

Elementi centrali di tutte le iniziative dovranno essere il rapporto individuale fra educatore e bambino per i più piccoli e l’attività in piccoli gruppi per i più grandi, l’organizzazione degli spazi, privilegiando quelli esterni, e l’attenzione agli aspetti igienici e di sanificazione. Personale e bambini sopra i 3 anni dovranno indossare le mascherine e lavarsi spesso le mani, mantenendo le distanze, e tutti i servizi igienici e gli oggetti usati dovranno essere puliti accuratamente dopo l’uso. Il personale sarà formato per la prevenzione al Covid-19 e sulle misure di sicurezza da adottare.

Foto di Sarah Martin da Pixabay

Condividi

Join the Conversation