Monza, 630 mila euro per la manutenzione delle scuole

La Giunta Comunale di Monza ha approvato un investimento da 630 mila euro per 3 accordi quadro per la manutenzione degli edifici scolastici e degli impianti pubblici. Per il...

296 0
296 0

La Giunta Comunale di Monza ha approvato un investimento da 630 mila euro per 3 accordi quadro per la manutenzione degli edifici scolastici e degli impianti pubblici. Per il primo accordo, che riguarda le opere idrauliche, l’Amministrazione Comunale ha stanziato 180 mila euro.

Il secondo è relativo alle opere elettriche ed è stato finanziato con la stessa cifra, mentre per il terzo, quello delle opere edili, è stato previsto uno stanziamento di 270 mila euro suddiviso in tre lotti da 90 mila euro ciascuno.

L’individuazione preventiva di un unico soggetto a cui affidare l’incarico di manutenzione garantisce migliore efficienza, maggiore rapidità di intervento e migliore coordinamento delle diverse attività manutentive. Gli accordi quadro riguardano la manutenzione ordinaria e la manutenzione ricognitiva, cioè gli interventi prestabiliti al fine di ridurre la possibilità di guasti e mantenere in efficienza gli edifici e gli impianti, d’accordo con le richieste dei dirigenti scolastici e dei responsabili delle singole strutture comunali. Si va dalla verifica degli impianti alla pulizia delle canne fumarie, dalla riparazione dei rivestimenti esterni e dei cornicioni al controllo dello stato di usura del calcestruzzo, dalla riparazione dei sanitari al mantenimento del regolare funzionamento delle tubature. Sono quasi 170 gli edifici, tra istituti scolastici e strutture pubbliche, coinvolti negli accordi quadro.

«La manutenzione degli edifici pubblici è in un ritardo strutturale a causa dei mancati interventi degli anni scorsi. Noi stiamo lavorando per recuperare questo stallo, spiegano il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Simone Villa. Con questo provvedimento il Comune di Monza si è dotato di uno strumento che, innanzitutto, è operativo: gli accordi quadro, infatti, ci permetteranno di espletare le gare e intervenire in modo più rapido e flessibile. Inoltre ci consentiranno di programmare con più precisione i fabbisogni e, quindi, le risorse necessarie».

Condividi
monza in diretta

Join the Conversation