Giussano: rush finale da 1 milione per rinnovo reti idriche con fondi Pnrr

GIUSSANO – Nuova e ultima tranche di lavori di BrianzAcque a Giussano per mettere a nuovo l’acquedotto cittadino con i fondi europei del Pnrr. Lunedì, 17 giugno è la...

340 0
340 0

GIUSSANO – Nuova e ultima tranche di lavori di BrianzAcque a Giussano per mettere a nuovo l’acquedotto cittadino con i fondi europei del Pnrr. Lunedì, 17 giugno è la data in cui partiranno i cantieri per sostituire quasi un chilometro di condotte vecchie e ammalorate.

Costo economico? Più di un milione. Un intervento che si aggiunge a quello eseguito l’anno scorso e che in totale ha consentito la riqualificazione di quasi 600 metri di tubazioni con una spesa di oltre 400 mila euro. Identico l’obiettivo: tagliare le perdite idriche e incrementare l’affidabilità della rete.

Questa volta, le ruspe coinvolgeranno tre arterie: via Prealpi (dal civico 14 fino alla rotatoria di incrocio con via Viganò), via Viganò (dalla rotatoria con via Prealpi a rotatoria di incrocio con via Dante Alighieri) e via D. Alighieri (da rotatoria di incrocio con via Viganò a incrocio con via Longoni).

Secondo i calcoli del settore progettazione di BrianzAcque. I lavori si protrarranno per oltre sette mesi al termine dei quali si stima di recuperare nel complesso 33,25 mc di acqua al giorno, pari a circa 12.136 mc all’anno. A lavori conclusi, BrianzAcque provvederà a riallacciare tutte le utenze.

L’ammodernamento e la digitalizzazione dell’ acquedotto di Giussano, dove di recente è entrato in funzione un nuovo pozzo, rientrano nel grande progetto di BrianzAcque da 60 milioni di euro di cui 50 finanziati con fondi UE nella missione “rivoluzione verde e transizione ecologica” per la riduzione delle perdite idriche e la digitalizzazione degli acquedotti di 21 comuni della Brianza centrale e nord orientale

BrianzAcque e l’Amministrazione Comunale stanno operando in piena sinergia nell’intento di ridurre l’impatto sulla vita dei cittadini e contenere il più possibile i disagi per l’intera durata dei cantieri.

Condividi

Join the Conversation