Giussano, consegnato il “kit di benvenuto” al primo nato del 2024

GIUSSANO – Un kit di benvenuto per il “primo nato” del 2024: questa mattina, in Municipio, il Sindaco Marco Citterio e il vicesindaco Adriano Corigliano hanno consegnato a...

428 0
428 0

GIUSSANO – Un kit di benvenuto per il “primo nato” del 2024: questa mattina, in Municipio, il Sindaco Marco Citterio e il vicesindaco Adriano Corigliano hanno consegnato a Simone ed Elisa un dono per il loro piccolo Edoardo, nato l’1 gennaio poche ore dopo la mezzanotte.

L’iniziativa rientra nel progetto “E’ nato un bambino, è nato un cittadino”, ideata dall’Assessorato alle Politiche Sociali e voluta dall’Amministrazione Comunale di Giussano.

A partire dal 2022, tutte le famiglie dei bambini e delle bambine residenti nel Comune di Giussano al momento della registrazione in anagrafe ricevono una lettera di benvenuto a cui viene allegata anche una tessera con il nome del nuovo nato che consente di ritirare il “Kit nascita” presso la Farmacia Catalani, in via Catalani a Birone.

Il Kit comprende diversi articoli per bebè, tra cui, un bagno schiuma e uno shampoo, una pasta protettiva, delle salviettine detergenti, un aspiratore nasale, un termometro digitale, e una confezione di fisiologiche monodose.

Scansionando il QR code presente all’interno dell’opuscolo i genitori hanno anche a disposizione una serie di informazioni riguardanti la prima infanzia, fra cui anche i pediatri che operano sul territorio e gli asili di riferimento, fino alle misure proposte dagli Enti pubblici a favore dei più piccoli.

“Questo vuole essere un piccolo dono ai nuovi nati per celebrare la vita e il futuro della città – affermano il Sindaco Marco Citterio e il vicesindaco Adriano Corigliano – Lo scorso anno, abbiamo consegnato ben 189 kit, 100 alle nuove nate e 89 ai nuovi nati. Quest’anno riprendiamo con felicità dopo aver visto il piccolo Edoardo e la gioia dei suoi genitori. L’auspicio è che i giovani possano tornare a riavere fiducia nel futuro: anche per questo, come Amministrazione comunale, ci spendiamo con misure importanti a sostegno della famiglia”.

Condividi

Join the Conversation