Salute Donna, visite gratuite nelle città brianzole

‘Salute Donna’ torna in piazza anche quest’anno in occasione dell’evento ‘Ottobre in salute donna 2021’, il mese della prevenzione del tumore al seno, organizzando visite gratuite in numerose...

449 0
449 0

‘Salute Donna’ torna in piazza anche quest’anno in occasione dell’evento ‘Ottobre in salute donna 2021’, il mese della prevenzione del tumore al seno, organizzando visite gratuite in numerose città della Lombardia, fra cui Monza e altre località della provincia brianzola.

salute donna

Il camper di ‘Salute Donna’ Onlus farà tappa in diverse piazze lombarde con l’obiettivo di sensibilizzare le donne sull’importanza della prevenzione e della visita senologica. In piazza Città di Lombardia, a Milano, il mezzo sarà presente il 5 e 6 ottobre.

Alla conferenza stampa di presentazione, tenutasi a Palazzo Lombardia, moderata dalla presidente della Onlus, Anna Maria Mancuso, è intervenuto il presidente della Regione, Attilio Fontana.

“La consueta presenza del camper di ‘Salute Donna’ anche nella Piazza Lombardia il 5-6 ottobre – ha detto il presidente di Regione Lombardia – testimonia appieno lo spirito di fattiva collaborazione della nostra Regione nei confronti di questa importante iniziativa e dell’apporto indispensabile da parte del privato sociale al welfare lombardo. La prevenzione è, infatti, uno degli aspetti cruciali per garantire appropriatezza ed efficacia delle cure e per contenere le conseguenze derivanti da patologie, come il tumore al seno, che se diagnosticate tempestivamente garantiscono buone possibilità di sopravvivenza e cura”.

“L’iniziativa di ‘Salute Donna’ – ha aggiunto – quindi è preziosa e, in questo periodo storico, ancora di più. La pandemia, infatti, ha inevitabilmente comportato – su tutto il territorio nazionale – un aumento delle liste d’attesa. Per questo Regione ha stanziato 100 milioni di euro derivanti da risparmi di gestione del 2020 a favore di sanità pubblica e privata convenzionata per ridurre i tempi d’attesa”.

Il governatore ha poi ricordato che “malgrado il Covid, l’attività della chirurgia oncologia è stata mantenuta costante su tutto il territorio, sia nelle strutture pubbliche che in quelle private accreditate. Un’attività che ha visto il ruolo da protagonista dell’Istituto nazionale dei Tumori di Milano, e per la quale la nostra regione è stata classificata come una tra le più performanti d’Italia”.

“La prevenzione dalle patologie oncologiche – ha concluso il presidente – necessita di una capillare e diffusa attività di prevenzione e screening e la sinergia del nostro Sistema Sanitario con gli attori del privato sociale, come Salute Donna Onlus aiuta a raggiungere questo obiettivo a vantaggio dei nostri cittadini”.

Salute Donna Onlus è un’associazione di volontariato nata nel 1994 all’interno della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano (attuale sede legale e operativa) per volontà della fondatrice Annamaria Mancuso, che ha vissuto per ben tre volte l’esperienza diretta della malattia: oggi l’Associazione è presente in molte altre regioni. Le attività e i servizi che svolgono i suoi volontari sono principalmente collegati alle patologie oncologiche e a tutte le altre patologie correlate.

All’incontro hanno inoltre preso parte Marco Luigi Votta, presidente della Fondazione Irccs Istituto Nazionale Tumori; Stefano Manfredi, direttore generale della Fondazione e Roberto Agresti, medico chirurgo della Fondazione, specializzato in chirurgia generale-senologia

Clicca qui per il calendario con le tappe. Coinvolti i seguenti territori: Milano, Vimercate, Senago, Seriate, Albiate, Barlassina, Varedo, Cologno Monzese, Monza, Vittuone, Varedo, Ossona, Sedriano, Boffalora Sopra Ticino, Marcallo con Casone.

Immagine da Facebook

Condividi

Join the Conversation