Nuove tecnologie agli Ospedali di Giussano e Seregno

Gli ospedali di Seregno e Giussano si dotano di nuove tecnologie, assenti sino ad oggi dal parco tecnologico ospedaliero. All’Ospedale Trabattoni Ronzoni di via Verdi, in particolare presso...

906 0
906 0

Gli ospedali di Seregno e Giussano si dotano di nuove tecnologie, assenti sino ad oggi dal parco tecnologico ospedaliero. All’Ospedale Trabattoni Ronzoni di via Verdi, in particolare presso la Riabilitazione Specialistica Neuromotoria del presidio, diretta da Silvia Premoselli, è stato introdotto, con un investimento di 12mila euro circa, un video naso laringoscopio flessibile, portatile e compatto. L’apparecchiatura consente di acquisire le immagini cliniche dei pazienti ricoverati ad alta definizione. Il bello è che tutto ciò è possibile direttamente al posto letto, evitando così il disagio e la difficoltà di movimentare pazienti fragili e delicati.

Grazie al diametro ridotto dello strumento e alle caratteristiche di flessione della sua parte terminale, possono essere indagate, con minor invasività, anche le strutture anatomiche più strette e di piccole dimensioni. L’estrema maneggevolezza dell’apparecchiatura garantisce agli operatori massima flessibilità e semplicità d’uso.

Nuova tecnologia anche all’Ospedale Borella di via Milano, a Giussano. Il presidio, infatti, è stato dotato di un retinografo non midriatico, che consente, cioè, di non dilatare la pupilla. L’apparecchiatura sarà dedicata principalmente allo screening della retinopatia diabetica, per il riconoscimento delle lesioni precoci e per la prevenzione della cecità da diabete.
Lo strumento installato a Giussano ha un funzionamento completamente automatico e produce immagini retiniche di elevata qualità. Infatti, grazie alle caratteristiche della camera digitale i colori riprodotti sono reali e i dettagli molto chiari e definiti.

E’ possibile acquisire immagini del fondi oculari anche con piccoli diametri pupillari: tutte le tipologie di utenti possono quindi usufruire della tecnologia. Inoltre, la bassa intensità del flash comporta il minimo stress da parte dell’utente.

L’apparecchiatura è dotata di un modulo per la connettività remota. Significa che le immagini acquisite dal personale operante a Giussano possono essere visualizzate anche nell’ambulatorio di oculistica di Vimercate, dove lo specialista oculista può effettuarne la refertazione, integrando il tutto nei sistemi informativi aziendali.

Condividi

Join the Conversation