Contact tracing per medici specializzandi in Lombardia

Il contact tracing, ovvero monitorare gli ‘infetti’, controllare i loro contatti, sollecitare tamponi in caso di rischio. Sono questi gli obiettivi del Corso di Formazione a Distanza organizzato...

389 0
389 0

Il contact tracing, ovvero monitorare gli ‘infetti’, controllare i loro contatti, sollecitare tamponi in caso di rischio. Sono questi gli obiettivi del Corso di Formazione a Distanza organizzato dall’Istituto Superiore di Sanita’ (ISS), attivo già da alcune settimane per gli operatori del Sistema Sanitario Nazionale (SSN), e iniziato oggi per gli specializzandi di 5 Scuole lombarde di Igiene e Medicina Preventiva.

L’iniziativa, concordata tra ISS e Direttori delle Scuole di specializzazione di Milano Statale, Milano Bicocca, Vita-Salute San Raffaele, Pavia e Brescia, con l’auspicio della Presidenza di Regione Lombardia, ha l’obiettivo di mettere a disposizione risorse aggiuntive, costituite dai circa 100 medici igienisti in formazione che stanno svolgendo i loro tirocini sul campo.

«Il contact tracing rappresenta in questa ‘fase 2′ – dice il presidente dell’ISS Silvio Brusaferro – un elemento cruciale per il controllo dell’epidemia COVID-19 ed e’ un punto chiave perche’ rappresenta l’epidemiologia ‘da campo’. Avere professionisti qualificati e’ uno degli obiettivi dell’ISS che fin dall’inizio dell’epidemia ha attivato corsi FAD per gli operatori del Servizio Sanitario Nazionale. Con le scuole lombarde, in particolare, e’ iniziato oggi un percorso che ha lo scopo di migliorare e rafforzare la sanita’ pubblica e le sue strutture: dovra’ essere questa l’eredita’ dell’epidemia».

«Regione Lombardia – commenta il presidente Attilio Fontana – plaude all’iniziativa dell’Istituto Superiore di Sanita’ e alla disponibilita’ offerta dalle 5 scuole lombarde di Igiene e Medicina Preventiva. I cento medici igienisti formati per le attivita’ di contact tracing costituiranno una risorsa straordinaria per le nostre Ats che potranno contare sul loro coinvolgimento. La sorveglianza territoriale, l’intercettazione e l’isolamento di nuovi casi positivi sara’ fondamentale per prevenire la formazione di nuovi focolai e la recrudescenza del virus»

Foto di Наркологическая Клиника da Pixabay

Condividi

Join the Conversation