Sconfitta a Padova per la Vero Volley Monza

Dopo tre vittorie consecutive, la Vero Volley Monza interrompe la sua marcia vincente perdendo 3-1 il confronto, valido per la quinta giornata di andata della...


60 0
60 0

Dopo tre vittorie consecutive, la Vero Volley Monza interrompe la sua marcia vincente perdendo 3-1 il confronto, valido per la quinta giornata di andata della SuperLega Credem Banca 2018/2019, con i padroni di casa della Kioene Padova.

Rispetto alle belle prestazioni delle ultime uscite, che avevano fruttato un bottino di nove punti, i monzesi faticano a trovare il loro ritmo, risultando meno brillanti del solito in attacco e poco efficaci in ricezione. Persi i primi due set, complici gli acuti dei patavini guidati da Torres e Randazzo (MVP della gara con 17 punti di cui 1 ace), ben serviti da Travica, la Vero Volley reagisce con carattere vincendo il terzo set, spingendo con un Plotnytskyi più lucido in fase offensiva rispetto al prologo ed un solido Beretta. Avanti anche nel quarto 10-4, Monza subisce un filotto di otto punti della squadra di casa, capace di chiudere poi, sulle ali dell’entusiasmo, la gara 3-1 aggiudicandosi la seconda vittoria della stagione.

Per i brianzoli già mercoledì, nel turno infrasettimanale della sesta giornata, ci sarà l’occasione per il riscatto anche se di fronte si troveranno la corazzata Civitanova.

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA
Fabio Soli (allenatore Vero Volley Monza): “Avevamo una grande occasione oggi e non l’abbiamo sfruttata. Padova aveva voglia di fare bene: ha fatto la sua migliore gara dall’inizio della stagione ed è riuscita ad aggiudicarsi il confronto. Ci aspettavamo una grande voglia da parte loro ma non siamo riusciti a controllarla, facendo fatica ad esprimerci come sappiamo. Abbiamo avuto un black-out nel quarto set ed alla fine l’abbiamo pagato. Abbiamo faticato al servizio e nel muro-difesa, situazioni in cui dovevamo e potevamo fare di più. Abbiamo tanto da lavorare, soprattutto a livello mentale quando le cose non ci riescono. Ora c’è Civitanova: dovremo esprimere una pallavolo di alto livello per giocarcela”.

LA CRONACA IN BREVE
PRIMO SET
Break patavino con Cirovic e Torres, 2-0. La Vero Volley risponde con due punti di fila (2-2) ma è ancora la squadra di casa a scappare con Torres e un’invasione di Orduna, 4-2. Le giocate di Dzavoronok e Plotnytskyi (ace) valgono la parità Monza (4-4) ma la Kioene allunga di nuovo approfittando di qualche errore monzese, 8-5. Due giocate centrali di Beretta consentono a Monza di rimanere attaccata (9-7), poi Polo non sbaglia dal centro e Torres lo imita dal lato (13-9) e Soli chiama time-out. Alla ripresa del gioco ace di Travica (14-9), ma Plotnytskyi suona la carica per i suoi con un ace (14-11). Dopo l’allungo Padova (16-11), la giocata di Beretta dopo l’errore di Cirovic al servizio regala il meno tre ai monzesi, 16-13 e Baldovin chiama time-out. Ancora Torres e Randazzo a spingere avanti i loro e Soli chiama la pausa sul 18-13 per i veneti. Ghafour e Plotnytskyi, sul turno al servizio di Dzavoronok (anche un ace per lui), danno una scossa ai lombardi (20-17) e Baldovin chiama time-out. Dopo la giocata di Plotnytskyi (22-19), Padova spinge al servizio con Travica e chiude il gioco 25-20.

SECONDO SET
Equilibrio nel prologo (2-2), poi primo tempo di Yosifov e ace di Ghafour e la Vero Volley Monza firma il break, 4-2. Errore di Plotnytskyi (4-4), ma nuova fuga monzese con l’errore di Torres, la giocata di Plotnytskyi e l’errore di Randazzo e Baldovin chiama time-out sul 7-4 per la Vero Volley. Filotto di quattro punti di Padova che pareggia i conti e poi sorpassa con l’ace di Randazzo, 8-7. Punto a punto fino al 13-13, con Monza ad appoggiarsi a Beretta e Yosifov e Padova a rispondere con Torres. L’equilibrio si protrae fino al 14-14, poi Volpato porta avanti la Kioene, 15-14 e Soli chiama time-out. Si prosegue punto a punto (16-16), momento in cui la Vero Volley firma un break (Plotnytskyi e Ghafour), tornando avanti, 18-17. Padova mette la testa avanti con Cirovic (19-18), Beretta lo mura successivamente (19-19) ma i veneti sembrano più precisi sia in ricezione che in attacco. Con Volpato dal centro Padova scappa 21-19 e Soli chiama time-out. Dzavoronok mura Cirovic (22-20), poi due errori di Monza con Ghafour al servizio e Plotnytskyi al palleggio e Padova si porta sul 24-20. Dopo due giocate di Plotnytskyi (24-22), Dzavoronok sbaglia al servizio e la Kioene vince il gioco, 25-22.

TERZO SET
Plotnytskyi trascina Monza contro due giocate di fila, 4-3. Dopo la pipe di Dzavoronok, la giocata centrale di Beretta porta la Vero Volley sul 6-4. Pareggio di Padova, complice due errori monzesi, ma è ancora Monza a scappare avanti con quattro giocate consecutive (Beretta, errore Randazzo, errore Cirovic, Dzavoronok), 10-6 e Baldovin chiama time-out. I brianzoli iniziano a carburare in attacco, partendo da una ricezione migliore, alzando l’intensità anche a muro. Plotnytskyi ferma Torres dopo la giocata centrale di Yosifov, Dzavonorok firma l’ace e la Vero Volley scappa 14-8. Dopo il time-out di Baldovin, Plotnytskyi non sbaglia, Yosifov mura Polo e Monza si porta sul 16-8. Torres va a segno con due punti di fila e Randazzo lo imita: filotto di tre punti veneto e 16-11 per i lombardi. Finale tutto per la Vero Volley che, nonostante una timida reazione patavina con Randazzo, gestisce il vantaggio e chiude 25-17 (in evidenza a muro Dzavoronok con due assoli a bloccare Torres).

QUARTO SET
Ancora equilibrio nel prologo (3-3), poi Beretta va a segno dal centro, Torres sbaglia e Yosifov schiaccia forte dal centro: 5-3 Vero Volley e time-out Baldovin. Al ritorno in campo Monza continua a spingere con un maiuscolo Yosifov (attacco vincente e muro su Volpato) e un caldo Ghafour (due ace per lui), 10-4 e Baldovin chiama time-out. Con un filotto di tre puni la Kioene accorcia, 10-7 e Soli chiama time-out. Al ritorno in campo Volpato mura Yosifov e Randazzo inizia a spingere forte: Padova firma un break totale di otto punti sorpassando 12-10 e Soli chiama ancora time-out. Ghafour spezza l’incantesimo di Padova (12-11) ma la squadra di casa vola sulle ali dell’entusiasmo dopo la rimonta, scappando 19-13 (ace di Volpato). Con Torres la Kioene Padova schiaccia sull’acceleratore (23-15) e chiude con il muro di Volpato su Dzavoronok, 25-16.

Commenti