Carabinieri: nelle scuole un concorso sulla legalità

“L’arma dei carabinieri per la scuola...Un’alleanza educativa territoriale” è il progetto per la diffusione della cultura...


640 0
640 0

L’arma dei carabinieri per la scuola…Un’alleanza educativa territoriale” è il progetto per la diffusione della cultura della legalità, annualmente promosso dall’Arma dei Carabinieri con numerosi incontri formativi nelle scuole di ogni ordine e grado e con la possibilità per gli studenti di visite presso i reparti dell’Arma.

Il progetto, quest’anno, è dedicato alla figura del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa ucciso il 3 Settembre del 1982 Palermo, vittima di un agguato mafioso insieme con la moglie Emanuela Setti Carraro e l’agente di scorta Domenico Russo. Un uomo, un carabiniere, che ha dedicato la vita a combattere la malavita al Nord, la mafia siciliana e le brigate rosse.

Il progetto è destinato, per ora, alle scuole della Città Metropolitana ed è stato presentato mercoledì 28 Marzo, alla sala stampa del Comando Provinciale dei Carabinieri di Milano in via Moscova, caserma nella quale proprio il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa prestò servizio a lungo.

Presenti all’incontro il Comandante provinciale Luca De Marchis, il direttore dell’Ufficio Scolastico AT Milano e Città metropolitana, Marco Bussetti, il vicepresidente di Assolombarda con delega agli Affari istituzionali, organizzazione, cultura e legalità, Antonio Calabrò ed il Col. Paolo Abrate, comandante del Gruppo Carabinieri di Milano.

Quest’anno il format prevede due novità: la partecipazione di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza, insieme al Comando Provinciale dei Carabinieri di Milano e all’Ufficio scolastico regionale che prevede l’apertura di una serie di cicli di conferenze, che si terranno nelle scuole con il coinvolgimento dei genitori, sempre più allarmati dall’uso di alcool e di droghe e di tutti i rischi che nascono da un uso distorto del web (cyberbullismo, prolungata esposizione ai social-network, etc.).

Il progetto contempla anche un concorso che, aperto agli studenti, prevede la produzione di disegni, fotografie e composizioni artistiche, videoclip, inerenti alla figura del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa il quale era consapevole che la legalità si doveva raggiungere attraverso l’educazione dei giovani presenti nelle scuole: «Pare ovvio da dove dobbiamo partire: dalle scuole», affermò pubblicamente in diverse occasioni. 

Lo scopo del progetto è anche di avvicinare gli studenti all’Arma dei Carabinieri, sollecitando la riflessione sui valori su cui si fonda l’Istituzione e sul suo ruolo di servizio alla collettività da oltre 200 anni, nella dimensione territoriale, nazionale ed internazionale.

Saranno presentati al concorso e selezionati 9 lavori, le cui classi autrici saranno premiate il 5 Giugno in occasione della Festa dell’Arma. Gli elaborati saranno poi presentati il giorno successivo nel corso di un evento appositamente organizzato, con la partecipazione di personaggi pubblici del mondo dello spettacolo e della cultura.

Il significato di questo progetto non è un corso d’ educazione civica, ma la costruzione di un percorso con due precisi protagonisti: le regole e lo studente in qualità di futuro cittadino. (Donatella Salambat – Monzaindiretta)

Commenti