A Milano e Monza attive 617 botteghe storiche

"Queste attività sono eccellenze del nostro territorio e con il premio 'Negozi storici' ne sottolineiamo anche il valore sociale. Milano e Monza contano 617 botteghe storiche, che sono...


160 0
160 0

“Queste attività sono eccellenze del nostro territorio e con il premio ‘Negozi storici’ ne sottolineiamo anche il valore sociale. Milano e Monza contano 617 botteghe storiche, che sono un punto di riferimento importante per la comunità e testimonianza dei valori di famiglia, passione e dedizione al lavoro”. E’ quanto affermato dal vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala, in occasione della cerimonia di premiazione dei ‘Negozi Storici’ della Lombardia.

“La Lombardia e la Brianza rappresentano un territorio a forte vocazione imprenditoriale che vogliamo  promuovere sempre più anche sul piano internazionale. Le imprese ultracinquantenni del commercio sono 1.427 in Lombardia. Secondo una elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi sui dati del registro delle imprese al terzo trimestre 2018, sono in media l’1,6% del totale italiano. Milano e Monza guidano la classifica con una diffusione del 2,4% con 617 botteghe storiche.

Ecco i negozi storici della provincia di Monza e Brianza premiati durante la cerimonia dall’assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia Alessandro Mattinzoli:  Arcore, Casa del Formaggio di Giovanni Ferraro (1958),  Robert Calzature di Galliani Vito (1966),   Giussano, Colzani Auto (1965),  Monza, Bar Moderno (1937), Locale Storico; Calzature di Costa Maria Paola (1933), Storica Attività; Torrefazione Café Tropical Monza (1961),  Seregno, Intimo Ortopedia Abbiati (1958),  Verano Brianza, Trattoria da Fabio (1937),

Commenti