Alfa Romeo alla Milano Design Week, intervista a Roberto Giolito

Nella settimana in cui a Milano si celebra il design, Alfa Romeo, espressione di nobile sportività italiana dal 1910, è protagonista con uno dei suoi gioielli più preziosi:...

713 0
713 0

Nella settimana in cui a Milano si celebra il design, Alfa Romeo, espressione di nobile sportività italiana dal 1910, è protagonista con uno dei suoi gioielli più preziosi: l’Alfa Romeo Carabo del 1968, un prototipo di stile a firma Bertone, che rappresenta una tra le massime espressioni stilistiche del marchio.

L’esclusiva occasione che ha coinvolto Alfa Romeo nella settimana del Design milanese è stata l’inaugurazione della nuova boutique LARUSMIANI, storico marchio e protagonista da oltre un secolo dell’eleganza milanese e della qualità “Made in Italy” del MonteNapoleone District.

Quattro chiacchiere con Roberto Giolito, Head Heritage Stellantis

Quello tra Alfa Romeo e Larusmiani è un binomio che si fonda sulla capacità di entrambi i marchi di rappresentare la bellezza italiana nel mondo, diventando nei rispettivi campi due icone di stile, qualità, eleganza e artigianalità.

La nuova Boutique LARUSMIANI è stata disegnata a quattro mani con il famoso architetto Benedetto Camerana, che nel 2015 era stato protagonista del rinnovamento del Museo Alfa Romeo ad Arese, dove la Carabo abitualmente è esposta. La Concept car Alfa Romeo, oltre ad impreziosire l’inaugurazione della nuova distintiva Boutique, rappresenta la prima vettura a prendere parte al progetto “The Automotive Gallery”: un’area espositiva permanente all’interno dello store dedicata al mondo dell’automobile. La madrina di questo progetto Milanese non poteva che essere un’Alfa Romeo.

D’altronde, Alfa Romeo e LARUSMIANI sono due ambasciatori del Made in Italy nel mondo, accomunati tra le altre cose dal forte legame con Milano, per entrambi la città natale. I due marchi hanno saputo dare vita a prodotti entrati nell’immaginario collettivo come icone di stile, qualità, eleganza e artigianalità.

Disegnata da Marcello Gandini e realizzata dalla carrozzeria Bertone, la Carabo è una concept carsviluppata sulla meccanica dell’iconica 33 Stradale, vettura emblematica per il marchio milanese che nell’immaginario collettivo è ancora oggi identificata come una tra le auto più belle al mondo, massima espressione di design funzionale e bellezza votata alle performance. Nell’ avveniristico prototipo di stile Carabo le dimensioni sono mantenute nell’altezza che rimane inferiore al metro, ma sono sparite completamente le linee tondeggianti: tutto nella Carabo è tagliente, dal profilo a cuneo alle porte con apertura “a forbice”. Il prototipo è stato costruito in un solo esemplare ed è stato fonte di ispirazione per molte altre vetture di successo.

Il nome Carabo prende ispirazione dal “Carabus auratus”, un coleottero dai colori metallici e brillanti, gli stessi che vengono proposti sul prototipo di stile: verde luminescente con dettagli arancione. Infatti, alla fine degli anni Sessanta, Alfa Romeo rivolgeva un’attenzione particolare a colori di grande impatto e a tecniche di verniciatura innovative, elementi in grado di evidenziare ancora di più l’audace unicità del Marchio.

Dichiara Raffaele Russo, Managing Director di Alfa Romeo in Italia: “Sono certo che la presenza della nostra avveniristica Carabo susciterà grande stupore tra coloro che prenderanno parte alla Design week a Milano. E sono altrettanto sicuro che un oggetto di tale valore stilistico rappresenti di per sé un invito, per tutti gli amanti del Made in Italy, a visitare l’affascinante Museo Alfa Romeo di Arese, dove sono conservate vetture straordinarie che hanno scritto pagine indelebili della storia dell’automobile”.

Leggi tutti gli articoli della nostra rubrica MOTORI IN DIRETTA a firma di Silvia Terraneo (a questo link la sua pagina Instagram She Motori)

Condividi

Join the Conversation