Monza, musei e mostre si riparte

 Con l’ingresso in zona gialla in Lombardia possono finalmente riaprire anche a Monza le mostre e i  musei. Una riapertura che sarà comunque «graduale e nel rispetto delle misure...

337 0
337 0

 Con l’ingresso in zona gialla in Lombardia possono finalmente riaprire anche a Monza le mostre e i  musei. Una riapertura che sarà comunque «graduale e nel rispetto delle misure anti Covid, spiega l’Assessore alla Cultura Massimiliano Longo. Monza è un sistema culturale complesso e dinamico che dobbiamo rimettere in moto».

Tra i musei che, che dopo quasi tre mesi di chiusura, hanno riaperto al pubblico ci sono i Musei Civici (via Teodolinda, 4 – tel. 039/23.07.126) che ospitano la mostra «Umberto I, il Re che amava Monza», promossa nell’ambito delle iniziative per i 120 anni dalla morte di Umberto I: un percorso storico-iconografico che ripercorre la storia e la vita del Re. L’allestimento prevede documenti, cimeli, ritratti, uniformi e oggetti della collezione privata di Pasquale Alessandro Griesi, Vincenzo Panza e Fabrizio Bava. La mostra potrà essere visitata fino al 14 marzo nei seguenti orari: da lunedì a venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. La visita alla mostra è gratuita con pagamento per l’ingresso al resto del museo.

Lunedì 15 febbraio riapre i battenti anche la Galleria Civica (via Camperio, 1 – tel. 039/36.63.81) con «LetterArte», la quindicesima edizione della rassegna delle associazioni artistiche monzesi. Nata nel 2006 sotto l’egida del «G.A.A.M.» («Gruppo Associazioni Artistiche Monzesi»), in collaborazione con il Comune di Monza, «LetterArte» offre ai sodalizi artistici cittadini la possibilità di mostrare al pubblico le migliori creazioni dei propri soci.

Per il secondo anno una giuria di esperti selezionerà i migliori artisti di ogni associazione che avranno, quindi, la possibilità di esporre in una mostra collettiva dal 6 al 12 marzo. In programma anche altre due mostre che completeranno la rassegna: «Circolo Fotografico Monzese» dell’Associazione «Paolo Borsa» (dal 15 al 19 febbraio) e «Cenacolo dei poeti e artisti di Monza e Brianza» della Scuola di pittura «Alessandro Conti» (dal 22 al 26 febbraio). Orari mostre: da lunedì a venerdì dalle 10 alle 13 e dalla 15 alle 19. Ingresso libero.

Riaprirà mercoledì 24 febbraio in Arengario (piazza Roma) «Alfred Hitchcock nei film della Universal Pictures», 70 fotografie e contenuti speciali provenienti dagli archivi della Major americana a cura di Gianni Canova. La mostra sarà visitabile fino a mercoledì 31 marzo.

«In questi mesi – prosegue l’Assessore – abbiamo mantenuto un filo diretto con i cittadini grazie alle iniziative online, ma che non possono sostituire gli eventi in presenza. Le riaperture non ci riporteranno come una macchina del tempo subito alle condizioni pre Covid. Sarà una ripartenza graduale con accessi contingentati e regolati in base alle vigenti normative che ci consentirà anche di mettere in atto nuovi modelli organizzativi. La pandemia ci ha dimostrato l’insostituibilità dell’esperienza culturale. Monza ha fame di cultura».

Immagine da Facebook

Condividi

Join the Conversation