Caravaggio sbarca a Seregno con Ravo Mattoni

Un omaggio a Caravaggio, che dopo cinque secoli è ancora oggetto di culto e attenzione. Ma anche un ambizioso progetto artistico: portare l’arte nei luoghi della vita, valorizzare...

378 0
378 0

Un omaggio a Caravaggio, che dopo cinque secoli è ancora oggetto di culto e attenzione. Ma anche un ambizioso progetto artistico: portare l’arte nei luoghi della vita, valorizzare il contesto urbano con la ricerca del bello.

Accade a Seregno, all’incrocio tra via Cavour e via Dante. Una grande parete (oltre 150 metri quadri) affidata allo street artist Andrea Ravo Mattoni, che la trasformerà in un altrettanto grande omaggio al grande pittore lombardo del Cinquecento.

Per il suo lavoro, Ravo si avvarrà di una piattaforma aerea messa a disposizione da RetiPiù. Opererà senza alcun paravento, per cui tutti potranno passare per seguire l’avanzamento dei lavori e per ammirare la tecnica di Ravo Mattoni, rigorosamente incentrata sulla vernice a spruzzo.

Con questo intervento, prosegue il nostro percorso ‘Arte Intorno’ – spiega l’assessore Federica Perelli – : vogliamo portare l’arte fuori da spazi e schemi convenzionali, perché le proposte possano arrivare ad un pubblico sempre più vasto. Ravo Mattoni è uno degli artisti contemporanei più quotati ed affermati: siamo davvero contenti di poterlo avere in città, dove realizzerà un’opera che si inserisce nel suo percorso ‘Pinacoteca a cielo aperto’, itinerario di riproposizione e di attualizzazione dell’arte classica. Siamo convinti che quest’opera diventerà uno dei tesori artistici più caratteristici della nostra città”. 

Nato nel 1981 a Varese, originario della vicina Morazzone, Andrea Mattoni, noto con il nome d’arte di Ravo, discende da una famiglia molto legata all’arte: il padre Carlo Mattoni è stato un artista di arte concettuale e comportamentale, illustratore e grafico; lo zio Alberto Mattoni è stato un illustratore, noto come il nome di Matal; il nonno Giovanni Italo è stato illustratore delle figurine Liebig e Lavazza.

Condividi

Join the Conversation