Il Monza si impone 3-2 a Frosinone

FROSINONE – La conquista della posta piena gli mancava da tre partite. Il Monza riesce a spezzare il digiuno al Benito Stirpe imponendosi sul Frosinone per 3-2. Per...

456 0
456 0

FROSINONE – La conquista della posta piena gli mancava da tre partite. Il Monza riesce a spezzare il digiuno al Benito Stirpe imponendosi sul Frosinone per 3-2. Per i biancorossi, che salgono ora al decimo posto con venticinque punti, si tratta del terzo acuto esterno stagionale dopo l’1-0 ottenuto contro il Sassuolo e il 3-1 rifilato all’Hellas Verona. I ciociari, invece, incamerano il quarto stop consecutivo in campionato dopo quelli con Lecce, Juventus e Lazio e scivolano al quattordicesimo posto con diciannove punti laddove la classifica comincia a incutere timore.

PRIMO TEMPO – Il primo tentativo è della squadra di Raffaele Palladino con Colpani che, imbeccato da Mota Carvalho, conclude al 7’ fuori misura. Il Frosinone non fa attendere la propria replica e la affida a Cheddira che, due minuti dopo, spedisce a lato. La partita vive di fiammate intense sin dalle sue prime battute con un Frosinone intenzionato a riprendere a smuovere la classifica e un Monza che vuole avanzare fino alla zona che conta.

Al 14’ gli ospiti si rendono temibili con l’asse Pedro Pereira- Colpani, il primo pennella un cross per il secondo che arriva in spaccata con ottima scelta di tempo ma non inquadra lo specchio della porta. Al 18’ il Monza rompe l’equilibrio, Colpani effettua un cross, Carboni colpisce male la sfera e serve un involontario assist a Mota Carvalho che non lascia scampo a Turati. Il Frosinone prova a replicare al 29’ con Barrenechea che raccoglie un cross di Soulè ma, di testa, manda fuori misura. Al 30’ il Monza cerca la via del raddoppio con Pedro Pereira che raccoglie da Ciurria ma spedisce sul fondo.

Al 32’ il Frosinone crea la sua migliore occasione con Harraoui, la sua punizione è di pregevole fattura ma lo è altrettanto la respinta in tuffo di Di Gregorio. Al 40’ i due finiscono per avere uno scontro di gioco, il portiere biancorosso non è in grado di proseguire e deve lasciare spazio a Sorrentino. Al 45’ il Monza perviene al raddoppio, Mota Carvalho approfitta di un errato disimpegno di Soulè e si invola in profondità servendo Valentin Carboni, quest’ultimo infligge a Turati il secondo dispiacere della gara.

SECONDO TEMPO – Il Frosinone dimostra di non essere ancora al tappeto e ci prova al 2’ con il nuovo entrato Caso, Sorrentino devia però in corner. All’8’ Soulè riceve dallo stesso Caso, bravo ad avere dato un’iniezione di irrobustimento alla manovra frusinate dal suo ingresso in campo, ma conclude centralmente non creando pericoli alla porta di Sorrentino. Al 10’ il Monza cala il tris, Soulè, nel tentativo di intercettare una palla vagante in area e di spazzarla via, finisce per deviarla nella propria porta.

Il Frosinone getta il cuore oltre l’ostacolo e, un minuto dopo, accorcia le distanze con Harraoui, bravo a stoppare una sfera ricevuta da Monterisi e a infilare Sorrentino. Al 16’ Soulè rischia di ridurre ulteriormente lo svantaggio calciando a giro, il suo generoso tentativo termina però sul fondo. Al 23’ è ancora lui a calciare ma trova il muro della difesa biancorossa a sbarrargli la strada verso la gloria.

Al 29’ il Frosinone beneficia di un penalty per un intervento falloso di D’Ambrosio ai danni di Caso, il difensore biancorosso è ammonito e, dalla panchina frusinate, Frattali è espulso per eccesso di proteste. Dagli undici metri Soulè spiazza Sorrentino e riapre clamorosamente la partita sul 2-3. Il Frosinone prova il forcing finale con generosità ma il risultato resta appannaggio del Monza. (articolo di Cristiano Comelli) 

TABELLINO

FROSINONE- MONZA 2-3

FROSINONE: Turati, Monterisi, Okoli, Lusuardi (39’st Ibrahimovic), Gelli, Barrenechea, Harraoui (39’st Cuni), Lirola (1’st Caso), Reinier (1’st Mazzitelli), Soulè, Cheddira (15’st Kaio Jorge). A disposizione: Frattali, Cerofolini, Romagnoli, Garritano, Kvernadze, Bourabia, Ghedjemis. All.Eusebio Di Francesco.

MONZA: Di Gregorio (40’pt Sorrentino), D’Ambrosio, Gagliardini (15’st Pablo Marì), Caldirola, Pedro Pereira (31’st Birindelli), Bondo, Pessina, Ciurria, Colpani (15’st Akpa Akpro), Carboni, Mota Carvalho (31’st Colombo). A disposizione: Gori, Donati, Izzo, Machin, Carboni, Bettella, Cittadini, Ferraris, Kyriakopoulos, Vignato. All. Stefano Citterio (Raffaele Palladino squalificato).

Arbitro: Maria Sole Ferrieri Caputi di Livorno

Marcatori: p.t: 18’ Mota Carvalho (M), 45’ Carboni V. (M). S.t: 10’ Soulè (F) (aut), 11’ Harraoui (F), 31’ Soulè (Rig) (F)

Photocredits

Condividi

Join the Conversation