Di Gregorio lascia il Monza a va alla Juve

di Cristiano Comelli – Due stagioni ad alto livello gli hanno spalancato le porte per la grande occasione. Michele Di Gregorio lascia il Monza per approdare alla Juventus di...

274 0
274 0

di Cristiano Comelli – Due stagioni ad alto livello gli hanno spalancato le porte per la grande occasione. Michele Di Gregorio lascia il Monza per approdare alla Juventus di cui difenderà i pali.

L’ex estremo difensore del Pordenone sarà legato ai bianconeri sino al 30 giugno 2025 con la formula dell’obbligo di riscatto qualora ricorrano certe condizioni. Di Gregorio lascia a Monza l’impronta di 107 presenze e quattro stagioni.

“Con le sue parate e il suo carisma dentro e fuori dal campo – si legge in una nota del club biancorosso – è stato grande protagonista della storica promozione del 29 maggio 2022 e dei primi due bellissimi campionati in serie A del Monza”.

Prestazioni che gli sono valse l’elezione a miglior portiere per la stagione appena conclusa da parte della Lega Serie A: La società biancorossa, oltre a ringraziare Di Gregorio, gli ha augurato tutti i migliori auspici per una brillante prosecuzione di carriera. “Sono contentissimo di essere qua – le sue prime parole da calciatore della Juventus- e non vedo l’ora di iniziare”.

Novità anche sul fronte della Primavera dove sono arrivati l’attaccante Emanuele Zanaboni, scuola Pro Patria ma aggregato a febbraio 2024 con la prima squadra del Bari in serie B e Mamadou Ngaye, centrocampista offensivo ex Robbio Libertas. Il Monza ha intanto conosciuto il suo avversario per il primo turno di Coppa Italia 2024-25.

All’U Power, il 9 agosto alle 21.15, arriverà il Sudtirol, formazione della cadetteria. Sabato 20 luglio alle 16.30, i biancorossi affronteranno invece in amichevole un’altra formazione di serie B, il Palermo. La sfida si giocherà sul campo di Ponte di Legno dove la squadra di Alessandro Nesta effettuerà la preparazione.

La serie delle amichevoli comincerà domenica 14 luglio alle 17 con la sfida interna Monza bianco-Monza rosso.

Photocredits

Condividi

Join the Conversation