Turismo, Lombardia meta sicura

Uno dei settori più penalizzati dal lungo lockdown è proprio il turismo, uno degli asset strategici per l’economia lombarda.  Dello stesso avviso anche Giorgio Palmucci, presidente dell’Ente nazionale...

316 0
316 0

Uno dei settori più penalizzati dal lungo lockdown è proprio il turismo, uno degli asset strategici per l’economia lombarda.  Dello stesso avviso anche Giorgio Palmucci, presidente dell’Ente nazionale del Turismo (Enit), «Sono sicuro che ce la faremo – ha rassicurato – negli ultimi vent’anni il turismo aveva vissuto altri momenti difficili, non a livello di quello attuale, ma si e’ sempre risollevato. Storicamente, nonostante il terrorismo, i terremoti, lo tsunami, le guerre, il turismo ha continuato a crescere a livello mondiale, quindi ritengo che dopo questo momento durissimo di lockdown in cui ogni iniziativa turistica si e’ bloccata, ora bisogna cercare di recuperare».

«Inizialmente – ha auspicato il presidente dell’Enit – dobbiamo puntare a far ripartire il turismo domestico. Abbiamo la fortuna rispetto a Spagna, Grecia e Croazia, di avere un 50% di turisti italiani e un 50% di turisti stranieri, per cui facciamo scoprire l’Italia agli italiani. Poi, grazie alla riapertura dei confini intra europei prevista per settimana prossima e osservando l’evoluzione epidemiologica nel mondo, speriamo si possa recuperare, almeno in parte, quello che abbiamo perso in questi mesi”.

Sulla sicurezza della destinazione Italia, e Lombardia in particolare, Palmucci ha spiegato: «A febbraio siamo stati quasi considerati gli untori, ad un certo punto  sembrava quasi che fosse stata l’Italia ad importare il virus in Europa mentre ai fatti siamo stati il primo Paese ad attivarsi chiudendo i voli dalla Cina».

Foto di Alex Galizia da Pixabay

 

Condividi

Join the Conversation