Convivenza forzata dal Covid: uccide la compagna

Un omicidio avvenuto in una situazione di convivenza forzata a causa del coronavirus. E’ il femminicidio avvenuto ieri sera a Truccazzano, nei pressi di Cassano d’Adda, dove una...

1333 0
1333 0

Un omicidio avvenuto in una situazione di convivenza forzata a causa del coronavirus. E’ il femminicidio avvenuto ieri sera a Truccazzano, nei pressi di Cassano d’Adda, dove una donna è stata uccisa mentre era a letto da un colpo secco sparato da un fucile a pompa.

La vittima, 47 anni di età, era impiegata presso l’Atm (Azienda Trasporti Milanesi). Lui, coetaneo della compagna e reo confesso dell’omicidio, lavorava a Bressanone ma, per la chiusura dell’azienda a causa dell’emergenza Covid, era tornato a convivere con la donna, nonostante la relazione fosse ormai al termine.

Sono ancora in corso le indagini dei Carabinieri per stabilire tutti i dettagli della vicenda. Ora l’uomo, dopo aver confessato, è stato rinchiuso nel carcere di San Vittore.

Condividi

Join the Conversation