Coronavirus solo 4 contagi a Monza e Brianza

Il report completo riguardante il coronavirus in Lombardia a venerdì 3 Luglio. I tamponi effettuati: 9.758 per un totale complessivo totale complessivo di  1.064.173. I nuovi casi positivi...

337 0
337 0

Il report completo riguardante il coronavirus in Lombardia a venerdì 3 Luglio. I tamponi effettuati: 9.758 per un totale complessivo totale complessivo di  1.064.173.

I nuovi casi positivi di coronavirus: 115 (di cui 35 a seguito di test sierologici e 34 ‘debolmente positivi’);  i guariti/dimessi: 67.871 (+261) per un totale  complessivo (65.548 guariti e 2.323 dimessi). In terapia intensiva: 41 (=);  i ricoverati non in terapia intensiva: 241 (=);  i decessi: 4 per un totale complessivo  16.675.

I nuovi casi per provincia:

Milano: 24, di cui a Milano città 12;

Bergamo: 22;

Brescia: 15;

Como:2;

Cremona: 10;

Lecco: 4;

Lodi: 4;

Mantova: 3;

Monza e Brianza: 4;

Pavia: 11;

Sondrio: 3;

Varese: 4.

Via libera intanto dal Consiglio Regionale della Lombardia alla legge bipartisan per contrastare i sempre più frequenti episodi di violenza nei confronti di medici ed infermieri. Prevenzione del rischio e interventi per la sicurezza sul posto di lavoro sono i cardini della legge che prevede di fornire al Servizio Sanitario Regionale, pubblico e privato accreditato, linee guida e indirizzi tecnico-organizzativi e procedurali comuni su tutto il territorio lombardo.

Nello specifico, le norme si applicano alle strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private accreditate, le Agenzie di tutela della salute (ATS) e l’Agenzia regionale emergenza urgenza (AREU).

Il monitoraggio sugli episodi di violenza ai danni del personale sanitario, nonché il controllo sull’applicazione delle Linee guida sarà svolto dall’Agenzia di Controllo del Servizio Socio-Sanitario lombardo (ACSS), che predisporrà una relazione annuale da trasmettere alla Giunta e al Consiglio regionale.

Un Tavolo tecnico, cui parteciperanno Regione, direttori degli ospedali, organizzazioni sindacali di medici, veterinari ed infermieri ed altre figure tecniche, sarà di supporto alla DG Welfare per studiare provvedimenti in tema di sicurezza sui posti di lavoro, sulla base di dati relativi alle aggressioni al personale.

La regione, inoltre, promuove Protocolli d’intesa con gli Uffici territoriali del Governo per potenziare la presenza e la collaborazione con le Forza di polizia nei Pronto soccorso e nelle strutture ritenute a più elevato rischio di violenza, assicurando un rapido intervento.

Approvato anche un ordine del giorno, proposto dai capigruppo di maggioranza ed opposizione, che “impegna la Giunta e l’assessore competente a valutare l’attuazione di interventi strutturali”, quali varchi di accesso alle strutture sanitarie, strumenti tecnologici e installazione di telecamere ad uso interno.

Foto di Luisella Planeta Leoni da Pixabay

Condividi

Join the Conversation