Bocconi con puntine da disegno rinvenuti a San Fruttuoso

Bocconi contenenti puntine da disegno sono stati ritrovate a Monza, nel quartiere di San Fruttuoso. Tutto ha inizio nella serata di venerdì 5 maggio quando...


bocconi avvelenati
2580 0
2580 0

Bocconi contenenti puntine da disegno sono stati ritrovate a Monza, nel quartiere di San Fruttuoso. Tutto ha inizio nella serata di venerdì 5 maggio quando la Polizia Locale di Monza riceve una segnalazione in merito alla presenza dei bocconi avvelenati in via Stradella e invia una pattuglia per verificare l’attendibilità della segnalazione.

L’indomani mattina i volontari del Nucleo Antimaltrattamento dell’ENPA si recano sul posto su richiesta della Polizia Locale per ispezionare la via interessata e le zone limitrofe, affiggendo cartelli per segnalare il pericolo e allertare i cittadini. I volontari effettuano sopralluoghi anche nei due giorni successivi procedendo a bonificare la zona che è tenuta costantemente sotto controllo e monitorata.

I cittadini della zona non sono stati in grado dare informazioni utili, pertanto chi potesse fare luce sull’episodio può contattare la Polizia Locale che nel frattempo ha proceduto a sporgere una denuncia contro ignoti. Chiunque rinvenisse esche con chiodi o puntine oppure bocconi sospetti è pregato di allertare immediatamente il corpo di Polizia Locale (o altre forze dell’ordine) e ATS Brianza (Agenzia di Tutela della Salute) e se possibile prelevarli, con le dovute cautele.

L’ENPA di Monza e Brianza si dice sconcertata dal fatto che a Monza si verifichino ancora episodi del genere, e oltre a condannare con forza il gesto criminale, che avrebbe potuto avere gravi conseguenze non solo per i cani e i gatti liberi che li avessero ingeriti ma anche per i bambini che avrebbero potuto essere attirati dai colori vivaci delle puntine, consiglia di portare sempre al guinzaglio il proprio animale al di fuori delle apposite aree cani, sia per la sua tutela sia nel rispetto del regolamento comunale.

Commenti