Hockey: a Lodi pesante sconfitta per il Roller Monza

Il Monza Roller 2017 perde per 8 a 1 al PalaCastellotti contro il Roller Lodi. Sconfitta pesante contro una squadra certamente superiore sia per esperienza...


monza roller lodi
333 0
333 0

Il Monza Roller 2017 perde per 8 a 1 al PalaCastellotti contro il Roller Lodi. Sconfitta pesante contro una squadra certamente superiore sia per esperienza che per tecnica.

monza roller lodi

Che sia una serata storta lo si capisce nei primi 11’, quando i biancazzurri subiscono 4 gol in altrettanti tiri. Le squadre sono entrambe ben schierate, ma quando c’è da buttarla dentro i giallorossi sanno cosa fare. La rete dell’allenatore-giocatore Luca Marchini è solo un fuoco di paglia. I padroni di casa realizzano altri 2 gol prima della fine del tempo e 2 addirittura nel primo minuto della ripresa, a dimostrazione che la testa dei ragazzi monzesi è rimasta negli spogliatoi, non del PalaCastellotti, ma del PalaRoller. Solo all’ottavo “schiaffo” qualcuno si “sveglia” portando a termine dignitosamente la gara. In vista del derby brianzolo di sabato prossimo col CSA Agrate (alle ore 18 al PalaRoller, in via Tommaso Campanella 2) è necessaria ritrovare la giusta mentalità, la giusta determinazione, la giusta concentrazione, quelle che hanno permesso la vittoria contro il Monza B.

A fine partita Marchini ha ricordato la forza del Roller Lodi: “Abbiamo avuto di fronte un avversario di un livello superiore rispetto a quello affrontato due giorni fa in casa. Loro si conoscono bene, sono ben amalgamati. Ciò non toglie che la nostra prestazione è stata sicuramente negativa, anche se, nonostante i mille errori commessi, abbiamo corso e lottato fino alla fine. E alla fine ci siamo arrabbiati dei nostri errori, riconoscendo che da dopodomani dovremo rimettere giù la testa e riprendere a lavorare sodo. Nelle situazioni negative come quella di oggi emerge il carattere delle persone. C’è chi reagisce in modo propositivo e chi si abbatte e si arrende. Sabato prossimo col CSA Agrate mi attendo anche una reazione d’orgoglio da parte dei ragazzi”.

Commenti