Erba: il ruolo educativo degli scacchi

“Una buona mossa. Strategie e tattiche degli scacchi per crescere nella vita”, il convegno aperto a tutti svoltosi mercoledì 11 Aprile, a Erba (Co) presso...


image005
58 0
58 0

“Una buona mossa. Strategie e tattiche degli scacchi per crescere nella vita”, il convegno aperto a tutti svoltosi mercoledì 11 Aprile, a Erba (Co) presso la sede dell’Istituto San Vincenzo in via Garibaldi 54, organizzato dall’A.S.D. Gruppo Sportivo Istituto San Vincenzo e A.S.D. Scacchistica Cerianese con il patrocinio di Regione Lombardia e Comune di Erba.

Tra le istituzioni presenti: Samuele Stucchi, Consigliere nazionale della Federazione Scacchistica Italiana, Pietro Barrera, Presidente Comitato Regionale Lombardo, il Sindaco del Comune di Erba, Veronica Airoldi, Mariella Trapletti, Coordinatore regionale per le attività motorie e sportive dell’USR Lombardia, e Laura Peruzzo, referente territoriale per il supporto dell’attività motoria e sportiva dell’USP di Como

Il convegno ha messo sotto i riflettori gli scacchi, lo sport che, grazie alle sue enormi potenzialità, da gioco di nicchia sta diventando sempre più un passatempo per chiunque e a tutte le età, da personaggi noti come il divulgatore scientifico Piero Angela al compositore di fama mondiale Ennio Morricone, fino ai giovani che lo studiano a scuola e agli anziani che ci giocano per conservare l’agilità della mente.

Coordinato dall’addetto stampa della FSI (Federazione Scacchistica Italiana), Adolivio Capece, il convegno è stato un momento di confronto e riflessione sul ruolo formativo e pedagogico di questa disciplina sportiva. Tra gli ospiti, Patrizio Pintus, psicologo dello sport e docente/formatore CONI, che ha parlato di “Scacchi: tra gioco e agonismo”, Alida Battistella, docente di matematica a Voghera (Pv), che si è soffermata su “Gli effetti benefici degli scacchi, l’educatore e Presidente di A.S.D. Alfiere Bianco di Savigliano (Cn), Alessandro Dominici, che ha presentato “Il Progetto CASTLE: una buona pratica educativa”, Giuseppe Lisimberti, delegato della provincia di Milano del CRL (Comitato Regionale Lombardo), istruttore e Presidente A.S.D. Scuola Scacchi Cormano (Mi), che ha analizzato “Il rapporto scuola – scacchi come è e come potrebbe essere”.

Momento clou è stata la testimonianza di Luca Moroni, il 17enne scacchista, Grande Maestro, Campione Italiano Assoluto e studente al liceo scientifico “Ettore Majorana” di Desio (Mb). Moroni ha raccontato come è nata la sua passione per gli scacchi, come ha iniziato a fare tornei, come questa disciplina l’abbia aiutato a scuola e a crescere, e di quali siano i suoi progetti futuri.

Commenti