Il Parco della Valletta sarà gestito dal Parco Valle Lambro

Sono stati i Sindaci e i delegati dei Comuni di Barzago, Barzano’, Besana in Brianza, Bulciago, Cassago Brianza, Cremella, Monticello Brianza e Renate, e il...


parco valletta
335 0
335 0

Sono stati i Sindaci e i delegati dei Comuni di Barzago, Barzano’, Besana in Brianza, Bulciago, Cassago Brianza, Cremella, Monticello Brianza e Renate, e il Presidente del Parco Regionale della Valle del Lambro a firmare la convenzione per la gestione del Parco Agricolo della Valletta. Il Parco di Interesse Sovracomunale è nato nel 2003 con i comuni lecchesi di Barzago, Barzano’, Bulciago, Cassago Brianza, Cremella, Monticello Brianza, ai quali sono poi aggiunti nel 2007, quelli Monzesi, di Besana in Brianza e Renate al fine di operare insieme per la salvaguardia, la valorizzazione e il recupero del patrimonio ambientale e paesistico,  I comuni fondatori hanno individuato come soluzione più coerente l’affidamento della gestione del Plis al Parco Regionale della Valle del Lambro al fine di ottimizzare sia l’attività tecnico-amministrativa che quella programmatico-finanziaria oltre alla naturale prossimità territoriale.

LA CONVENZIONE – Il Parco Valle Lambro si impegna ad attuare la gestione del Plis Agricolo della Valletta nel rispetto delle finalità di salvaguardia del paesaggio e dell’ambiente naturale ed agricolo tutelato, con particolare riguardo alla flora, alla fauna protetta ed ai rispettivi habitat. L’attività del Parco, nella gestione del Plis, è rivolta al perseguimento di importanti obiettivi ambientali come la salvaguardia, la valorizzazione e il potenziamento del patrimonio storico, culturale, botanico e faunistico oltre all’estensione della conoscenza di tale patrimonio a tutti i cittadini, con particolare attenzione alle scuole, senza dimenticare lo studio e la tutela degli ambiti a maggiore naturalità. Tra le finalità la valorizzazione del paesaggio agricolo, il ripristino della rete dei filari e dello spazio agricolo oltre alla tutela del sistema irriguo e la valorizzazione delle rogge, con specifiche politiche di sostegno agli operatori agricoli. Il Parco Valle Lambro si impegna inoltre al mantenimento della rete di sentieri e di strade interpoderali, per fini di conduzione agricola e ricreative. Tra gli intenti della nuova convenzione anche la creazione di connessioni ambientali tra il verde urbano e l’ambiente naturale delle Valletta, oltre a nuove “aree cuscinetto” tra gli insediamenti produttivi e residenziali e l’ambiente naturale, un occhio di riguardo per il recupero di aree degradate e la ricostruzione ecologica e degli ecosistemi del territorio in attuazione della Rete ecologica della Regione Lombardia.

Commenti