Monza: accordo tra il carcere e il mondo del lavoro

Favorire la formazione e il reinserimento sociale dei detenuti è l'obiettivo principale di un protocollo firmato da tutti i soggetti istituzionali coinvolti in un accordo...


foto-firma-protocollo-carceri-2
141 0
141 0

Favorire la formazione e il reinserimento sociale dei detenuti è l’obiettivo principale di un protocollo firmato da tutti i soggetti istituzionali coinvolti in un accordo fra il mondo del lavoro e quello del carcere.

Il protocollo è stato firmato martedì 15 Maggio, presso il Carcere di Monza dal  Tribunale  e la Procura di Monza, Tribunale di Sorveglianza di MilanoTribunale e la Procura  per i Minorenni di MilanoProvveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria della LombardiaCasa Circondariale di Monza, UIEPE (Ufficio Interdistrettuale Esecuzione Pene Esterne) di MilanoCentro per la Giustizia Minorile per la LombardiaUSSM (Ufficio Servizio Sociale Minorenni Milano), Difensore Regionale della Lombardia – Garante dei detenuti, le istituzioni del territorio (Prefettura di Monza e della Brianza, Provincia di Monza e Brianza, Comune di Monza) il mondo delle imprese (Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, Assolombarda Confindustria Milano Monza Brianza, Lodi, APA Confartigianato Imprese), Fondazione della Comunità di Monza e BrianzaAFOL Monza e BrianzaCamera Penale di Monza, gli Ordini professionali di Monza e Brianza (Avvocati, Commercialisti ed esperti contabili, Consulenti del lavoro).

Ecco i due ambiti fondamentali dell’accordo:

  • Favorire la formazione e il reinserimento sociale dei detenuti attraverso l’assunzione o la proroga di un contratto di lavoro presso imprese, enti pubblici o privati, cooperative o associazioni
  • sostenere l’avvio dell’esperienza professionale anche tramite l’individuazione di corsi di formazione specifici e promuovere la auto-organizzazione dei soggetti colpiti da provvedimenti attraverso cooperative di servizi.

Commenti